Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti

Abbiamo minerali idiomorfi, che cristallizzano bene perché si formano per primi e minerali ALLOTRIOMORFI che si adattano agli spazi ancora disponibili e quindi hanno un aspetto (allos) diverso da quello che è il loro aspetto tipico. Questa diapositiva è molto difficile, ma molto importante perché spiega il diverso comportamento tra magma femico, basaltico e magma sialico o granitico. Quando dico magma femico faccio riferimento alla composizione chimica (Fe e Mg), sialico (silice); quando dico magma basaltico o granitico è la stessa cosa, solo che faccio riferimento alle rocce che derivano rispettivamente dal magma femico, il basalto, dal magma sialico, il granito. C’è una differenza però: il basalto è roccia effusiva, il granito è roccia intrusiva. Come mai non confronto intrusiva con intrusiva ed effusiva con effusiva? Per via del diverso comportamento dei due tipi di magma e cioè il magma femico, basaltico è un magma che si origina a grande profondità nella crosta terrestre [in ordinata sono rappresentate le profondità], il magma granitico si origina più in superficie. Il magma basaltico ha una temperatura di origine di effusione molto elevata, superiore ai 1200°, invece il magma sialico, granitico che si origina in profondità più superficiali ha una temperatura di effusione che è decisamente più bassa, intorno agli 800°. Entrambi i magmi tendono a risalire poi in superficie perché contengono i vapori e i gas al loro interno e quindi hanno una pressione interna superiore a quella delle rocce incassanti e quindi questi gas spingono i magmi a salire verso l’alto. Ma il comportamento è diverso, cioè un magma basaltico che parte a temperature di fusione molto alte, risalendo mantiene una temperatura che via via si va raffreddando perché più lui sale più disperde calore e si raffredda, ma mantiene comunque una temperatura che pur raffreddatasi è sempre superiore alla temperatura che dovrebbe avere quel magma per solidificare alle diverse pressioni a cui si viene a trovare a profondità via via sempre minori. Per cui è un magma che resta fluido, resta liquido, erutta facilmente e dunque se arriva in superficie fa delle colate potenti che poi solidificano in basalto nero, vetroso che si frantuma in colonne o blocchetti raffreddandosi. Viceversa, il magma sialico/granitico parte a una temperatura iniziale più bassa poi anche lui sale verso la superficie e salendo anche lui si raffredda un pochettino però gli capita che a forza di raffreddarsi e subire pressioni sempre inferiori con la risalita, raggiunge la temperatura di solidificazione, cioè ha una temperatura di solidificazione che aumenta al diminuire della pressione delle rocce soprastanti. Solidifica prima di arrivare in superficie e quindi forma delle rocce intrusive nella crosta.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email