La cristallizzazione del minerale può avvenire secondo vari modi:
• Solidificazione; avviene quando le particelle atomiche si legano tra loro per formare il reticolo cristallino per via di un'abbassamento della temperatura.
Se questo raffreddamento avviene in modo lento si formano cristalli sviluppati; se invece avviene in modo rapido, si hanno solidi amorfi
• Precipitazione; questo processo principalmente succede ai Sali disciolti nelle acque che, a causa di un’elevazione della temperatura, si accumulano sul fondo
• Ricristallizzazione, si prendono in considerazione rocce già esistenti riportate allo stato fuso variando temperature e pressione.
• Sublimazione, da vapori molto caldi e ricchi di minerali
I minerali possono essere classificati in base al loro tipo di composizione. Esistono i silicati, composti da ossigeno e silicio, e i non silicati.
 I Silicati: è il gruppo di minerali più diffuso sulla Terra. Il tetraedro silicio ossigeno è composto da un atomo di silicio circondato da quattro atomi di ossigeno.

 I non silicati: fanno parte di una minor percentuale di minerali. La loro classificazione si basa sulla composizione chimica che riconosce sei classi: nativi ( minerali che si trovano in natura con uno stato non in composto), solfuri e solfati (minerali che contengono zolfo), ossidi (formati da ossigeno con altri metalli), alogenuri (formati da ioni di un alogeno e un altro elemento) e carbonati (numerose specie minerali come la calcite e la dolomite

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email