Ominide 644 punti

La formazione del suolo

Il suolo è una componente dinamica del sistema terra: quando si verificano cambiamenti nell’ambiente, per esempio nel clima, nella copertura vegetale, nelle attività degli animali (inclusi gli esseri umani) Il suono reagisce e si modifica di conseguenza, finché viene raggiunto un nuovo equilibrio. Il suolo si forma continuamente sulla superficie della terra e costituisce pertanto una risorsa ambientale rinnovabile. Oggi, tuttavia, in molte aree del pianeta il tasso di erosione del suolo supera il tasso di formazione, al punto che necessario adottare appropriati i programmi di conservazione.

I fattori che agiscono nella formazione di un suolo:

Il suolo ha origine in particolari condizioni quando le rocce compatte si disgregano per azione degli agenti esogeni e detriti sono ulteriormente alterati da agenti fisici, chimici o da organismi viventi. Insieme dei processi di formazione di un suolo, chiamato pedogenesi, È un processo molto lento del risultato di complesse interazioni tra diversi fattori.

E componenti minerali da cui il solo origine derivano dalla roccia madre, lo strato roccioso sottostante. I suoi formati sulla roccia madre in posto prendono il nome di suoli residuali, mentre quelli formati su sedimenti che hanno subito un trasporto per opera degli agenti esogeni sono chiamati suoli deposizionali. Il tipo di roccia madre incide sul tasso di degradazione meteorica, e quindi sulla velocità di formazione del suolo; la composizione chimica condizione il grado di fertilità del suolo è il tipo di vegetazione in grado di ospitare. Quanto maggiore è il tempo che ho un suolo impiega a formarsi, quanto maggiore è il suo spessore tanto più la sua composizione è diversa da quella della roccia madre.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze