Ominide 2473 punti

Esempi di margini di placca


L’Appennino umbro-marchigiano è importante dal punto di vista della geologia del Mediterraneo: la registrazione dei sedimenti ha avuto un’interruzione (i sedimenti franano e diventano inutilizzabili per la “storia) molto minore, nulla in alcune zone. In Ancona ad esempio ci sono potenzialmente 3 limiti mondiali per lo studio dei sedimenti. Si vedono bene le pieghe e le faglie; questo consente di ricostruire molto bene i diversi periodi geologici. L’Appennino sta andando sopra la placca adriatica; non c’è però una subduzione perché non c’è una placca oceanica.
Le Ande sono un margine di subduzione; l’unica catena montuosa della Terra in cui c’è questo tipo di margine. Verso l’interno del continente sudamericano la catena delle Ande ha una divergenza opposta (faglie che vanno verso l’interno e faglie verso il Pacifico). Tutte le grandi catene montuose hanno una doppia vergenza: spingono da una parte e da quella opposta. Anche per le Ande è così. Le catene che vanno dallo stretto di Gibilterra all’Himalaya sono l’effetto della collisione tra 2 placche continentali (placca africana e placca eurasiatica). Ci sono degli effetti successivi, che hanno ad esempio determinato l’apertura del Mediterraneo, la formazione degli appennini ecc. La catena dell’Himalaya è dovuta alla collisione con la placca indiana. L’avanfossa (dovrebbe formarsi sempre durante la tettonica a placche ma si osserva che non è così) è la fossa dove avviene il sovrascorrimento principale, dove la placca va in subduzione; si oppone l’avampaese (la zona verso cui la placca in orogenesi si sta muovendo).
La molassa è il materiale che deriva dallo smembramento della catena montuosa che si è formata.
Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email