Attività vulcaniche e modalità di eruzione


Eruzioni vulcaniche e terremoti sono fenomeni che dipendono dall’azione delle forze endogene che trasformano la litosfera del nostro pianeta.

La risalita e la spaccatura della superficie terrestre cui segue l’eruzione prendono il nome di vulcano. Un vulcano può avere attività lineare (il magma fuoriesce da fratture della crosta allungate e strette formando dei plateaux) o attività centrale (il magma fuoriesce da un cratere centrale attorno a cui si accresce un edificio vulcanico detto cono e attraversa il condotto principale).

Il magma si accumula e ristagna in una camera magmatica, posta alla base della struttura vulcanica; a causa dell’aumento di temperatura, i gas e i vapori si separano dal fluido e si raccolgono nella zona superiore; in prossimità della superficie l pressione scende e i gas si espandono; l’eruzione vulcanica si verifica quando nella camera magmatica si crea una pressione che supera quella litiostatica.

Un’eruzione può emettere lava (attività effusiva) o materiali solidi (attività esalativa).
Si possono alternare periodi di attività, di durate diverse, e di quiete, durante i quali il magma riempie nuovamente la camera magmatica.
I vulcani possono essere attivi (eruttano o hanno eruttato recentemente), estinti (non eruttano e non presentano segnali di attività da tempo), quiescenti (non eruttano da tempo ma presentano segnali di attività).

Le eruzioni effusive possono essere di tipo: hawaiano (lave basaltiche fluide, no esplosioni, no piroclasti, fontane e laghi di lava, es. Kilauea), stromboliano (colate laviche, si esplosioni, fontane e colate di lava, es. Stromboli), vulcaniano (lava riolitica o andestitica viscosa che occlude il condotto vulcanico, es. Vulcano), pliniano (in onore di Plinio il Giovane che descrisse l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. in una lettera a Tacito esplosione che spinge in alto gas e polveri, nubi a forma di fungo, es. Vesuvio), peleano (lava viscosa che forma cupole di ristagno e guglie che otturano il condotto, esplosioni violente, nubi ardenti, es. Pelée), freatico (esplosioni, grandi quantità di vapore, talvolta si ha l’esplosione freato-magmatica: vapore + brandelli di magma, es. Krakatoa), lineare (lave basaltiche, zone: Islanda e dorsali oceaniche).

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email