Bannato 1124 punti

Caterina va in città - Riassunto

Il titolo non potrebbe riassumere in modo migliore l'argomento trattato dal film. Caterina è una ragazza di tredici anni che abita in un paesino in provincia di Viterbo. A un certo punto il padre Giancarlo, un insegnante, ottiene il trasferimento a Roma. Sembra essere un nuovo inizio per la famiglia Iacovoni. Con un po' di timore , ma incuriosita, Caterina si immerge nella nuova realtà cittadina, molto diversa dalla precedente vita di paese. Iscrittasi in una prestigiosa scuola del centro, si trova subito proiettata in una classe nettamente divisa in due gruppi: gli "alternativi", capeggiati da Margherita, e i cosiddetti "parioli", guidati da Daniela.
Con nessuna delle due ragazze la giovane protagonista riesce a instaurare un vero rapporto di amicizia. Tuttavia, durante tutto il film, Caterina impara a conoscersi meglio e a rapportarsi con il mondo che la circonda. Mentre la protagonista è impegnata a ricercare la propria identità, anche attraverso una fuga da casa, il padre Giancarlo subisce una serie di cocenti delusioni, in seguito alle quali decide di lasciare tutto e tutti, salire sulla sua moto e scomparire.

Il film si conclude con Caterina che, superati gli esami di terza media, si iscrive al Conservatorio per inseguire il suo sogno - la musica - e trova infine il coraggio di dichiararsi al suo vicino di casa, Edward, prima che
questo parta per l'Australia.
Comunque gli occhi di Caterina mostrano una Roma un po' fredda e caotica. Per la protagonista il paesaggio dal paese alla città è soprattutto un percorso che le porterà a una maturazione mentale e psicologica. L'amicizia con Margherita , una "alternativa", la introdurrà in un mondo insolito fatto di manifestazioni per la pace, di poesia, di abiti usati, tatuaggi e alcool. Il rapporto con la "pariola" Daniela, invece, le aprirà il mondo della "Roma bene", dei festini e degli abiti lussuosi. Alla fine queste trasformazioni per Caterina saranno solo apparenti: non diventerà mai nè una "alternativa" nè una
"pariola", prendendo invece le distanze da entrambi i mondi.

Hai bisogno di aiuto in Cinema?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email