J.lee di J.lee
Ominide 1094 punti

La cornice

Per cornice intendiamo l'insieme di 4 lati che racchiudono la porzione di realtà messa in scena dalla macchina da presa. Ciò implica subito una distinzione tra due elementi dal punto di vista spaziale: lo spazio in campo e quello fuori campo. Lo spazio in campo è tutto ciò che viene mostrato , mentre il fuori campo è ciò che non viene mostrato, ma che comunque parte dell'ambiente di cui la macchina da presa cattura solo una parte. Questi due elementi , campo e fuori campo, sono legati tra loro da un legame che nasce mediante diverse modalità. Per esempio, l'entrata di un personaggio dal fuori campo, che così entra in scena, e viceversa. Oppure, con un semplice movimento di macchina si mette in campo parte dell'ambiente che prima era fuori campo. Anche gli sguardi e i gesti delle figure verso qualcosa che sta fuori campo implicano questo collegamento (anche se ciò non ci viene mostrato), in quanto ci indicano l'esistenza di qualcosa che sta fuori campo. Altro metodo è quello del cosiddetto "suono off", ossia la componente sonora che noi sentiamo, ma che proviene dal fuori campo (per esempio l'arrivo di un treno, o la musica di un radio non inquadrata ecc..).

E' importante anche distinguere il fuori campo attivo e passivo.
- Fuori campo attivo: quel fuori campo in cui ciò che (non) vediamo ci porta a farci delle domande su ciò che sta accadendo nel fuori campo.
- Fuori campo passivo: non prevale la curiosità di sapere cosa sta succedendo.
Altra distinzione importante da ricordare è quella tra fuori campo interno e esterno:
- fuori campo esterno: ciò di cui abbiamo parlato finora.
- Fuori campo interno: quel fuori campo che sta però "in campo", vale a dire presente nell'inquadratura ma occultato da qualcosa (per esempio un divano, una tenda, o una porta), utilizzato per mostrarci all'improvviso qualcuno o qualcosa).
Altra, e ultima distinzione, è quella è quella tra fuori campo concreto e immaginario.
- Fuori campo concreto: quel fuori campo che abbiamo già avuto modo di vedere durante il corso del film.
- Fuori campo immaginario: quel fuori campo che non abbiamo ancora avuto modo di vedere e che probabilmente non vedremo mai.
Infine, abbiamo il fuori campo anti - classico, ossia quel fuori campo stazionato dalla troupe per girare il film.

Hai bisogno di aiuto in Cinema?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017