Video appunto: Rowan Atkinson


In questo appunto viene riportata la biografia e la filmografia di Rowan Atkinson. Rowan Atkinson è un attore, sceneggiatore, comico, doppiatore e produttore cinematografico britannico, noto prevalentemente per aver interpretato Mr. Bean nella serie televisiva omonima.

Indice
Biografia di Rowan Atkinson: gli anni prima della carriera da attore
Gli inizi della sua carriera e la carriera televisiva
Mr Bean
La sua carriera cinematografica
La sua vita privata

Biografia di Rowan Atkinson: gli anni prima della carriera da attore




  • Rowan Atkinson nasce il 6 gennaio 1955 a Consett, una piccola cittadina della contea di Durham, in Inghilterra.

  • È il più giovane di quattro fratelli: Paul (che morì da bambino), Rupert e Rodney, il quale diventerà poi un politico ed economista.

  • Crebbe e venne istruito come anglicano, entrando a 11 anni alla Durham Chorister School e poi alla St. Bees School.

  • Intraprende il percorso universitario all’Università di Newcastle per poi proseguire al The Queen’s College di Oxford (stesso college dove si era laureato il padre), laureandosi in ingegneria elettrotecnica.



Gli inizi della sua carriera e la carriera televisiva




  • Nell’agosto del 1976, Rowan Atkinson cattura l’attenzione di molti durante l’Edinburgh Festival Fringe, il più grande festival delle arti nel mondo, dove per la prima volta mise in scena uno sketch con quello che sarebbe poi diventato il suo personaggio più famoso, Mr. Bean, e dopo aver già scritto e debuttato in alcuni sketch per l’Oxford University Dramatic Society, dove aveva incontrato lo sceneggiatore Richard Curtis.

  • Rowan Atkinson debutta in televisione nel 1979 con lo show comico Not the nine O’Clock News, composto da vari sketch e prodotto dal suo amico John Lloyd, produttore e sceneggiatore televisivo e radiofonico.

  • Vi lavora come uno dei principali sceneggiatori e attori affiancando Pamela Stephenson, Griff Rhys Jones e Mel Smith.

  • La fama acquisita con questo show lo porta a intraprendere il ruolo da protagonista di Edmund Blackadder nella sitcom pseudo-storica Blackadder, trasmessa sulla BBC One.

  • Nel 1983 esce la prima stagione, The Black Adder, scritta in collaborazione con l’amico e collega Richard Curtis, ambientata nel Medioevo.

  • Dopo una pausa di tre anni (1986), a causa di alcuni problemi con il budget, viene trasmessa la seconda serie, Blackadder II, ambientato durante l’era Elisabettiana e che vedeva come protagonista uno dei discendenti del personaggio originale.

  • Vennero trasmessi poi due sequel: Blackadder III (1987), ambientato nell’Età della Reggenza e Blackadder Goes Forth (1989), ambientato durante la Prima guerra mondiale.

  • The Blackadder ebbe moltissimo successo tra le commedie trasmesse dalla BBC, tanto che furono prodotti diversi speciali televisivi, tra cui Blackadder’s Christmas Carol (1988), Blackadder: The Cavalier Years (1988) e Blackadder: Back and Forth (1999).



Mr. Bean




  • Mr. Bean è una sitcom inglese creata da Rowan Atkinson stesso e Richard Curtis, la cui prima stagione è composta da 15 episodi, scritti da Atkinson, Curtis e Robin Driscoll.

  • Narra le vicende di questo sfortunato personaggio, Mr. Bean appunto, nato dall’immaginazione di Atkinson durante i suoi anni di studio all’università.

  • Il personaggio di Mr. Bean viene descritto da Rowan Atkinson come “un bambino nel corpo di un adulto”, date le sue difficoltà nel risolvere problemi e questioni che potrebbero sembrare semplici e ordinarie, causando diversi problemi. Parla raramente e quando lo fa, sono poche parole mormorate a voce bassa, in maniera comica (questa fu tra le ragioni del suo immenso successo: la serie è accessibile anche a chi non parla l’inglese o ne conosce solo qualche parola, essendo larga parte della recitazione affidata alla parte fisica, come la nota mimica facciale dell’attore).

  • La prima apparizione televisiva del noto personaggio Mr. Bean fu durante uno speciale di mezz’ora per la Thames Television, il 1° gennaio del 1990.

  • Durante i suoi cinque anni di trasmissione, in più di 200 paesi, ebbe milioni di spettatori e un grande successo, aggiudicandosi diversi premi internazionali.

  • Furono realizzati due film sul personaggio: Bean, 1997 e Mr. Bean’s Holiday, 2007.

  • Rowan Atkinson riprese il personaggio di Mr. Bean in occasione della cerimonia d’apertura dei giochi Olimpici di Londra nel 2012, recitando in uno sketch comico parte della cerimonia.

  • Su Mr. Bean venne realizzata anche un’omonima serie animata dal 2002 al 2019, doppiata dallo stesso Atkinson.



La sua carriera cinematografica



  • La prima apparizione di Rowan Atkinson in un film fu in Never Say Never Again (1983), ultimo film di James Bond con protagonista Sean Connery, in cui Atkinson interpreta un ruolo secondario.

  • Ebbe il ruolo da protagonista in Dead On Time (1983).

  • Recita con Angelica Huston nel film Le Streghe (1990), adattamento cinematografico dell’omonimo libro di Roald Dahl.

  • Interpreta il ruolo del vicario in “Quattro matrimoni e un funerale” (1994).

  • Doppia il personaggio di Zazu nel film Il re Leone della Disney (1994), per il quale canta anche la canzone “I just can’t wait to be king” (“Voglio diventare presto un re” in italiano).

  • Rowan Atkinson recita nella saga di film Johnny English (2003-2018), una parodia dei film di James Bond.

  • Intraprende molti ruoli sia da protagonista che da personaggio secondario in film di grande successo, ma anche svariati ruoli a teatro.


  • La sua vita privata



  • Rowan Atkinson incontrò la sua prima moglie, la truccatrice Sunetra Sastry verso la fine degli anni ’80. Si sposarono nel 1990 ed ebbero due figli, Ben e Lily. Hanno divorziato nel 2015.

  • Rowan Atkinson ha adesso una relazione (dal 2014) con l’attrice e comica Louise Ford, con la quale ha anche avuto un bambino nel 2017.

  • Ha una grande passione per le macchine e si definisce un collezionista di auto d’epoca.

  • Scrive anche articoli per la rivista inglese Car, dedicata appunto agli appassionati dei motori e delle automobili.

  • Nel 2013 è stato nominato Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico.