Video appunto: Cinema - Vantaggi del doppiaggio

Cinema - Vantaggi del doppiaggio



Il doppiaggio è il processo in cui si va a sostituire la voce originale dell’attore o di un personaggio, con quella di un doppiatore.
Gli ambiti in cui è maggiormente utilizzato sono il cinema, la televisione e l'animazione.
I doppiatori professionisti riescono a dare la giusta intonazione e sono capaci di suscitare delle emozioni al pubblico.

Nell’animazione serve per dare voce ai personaggi, mentre nei film serve a far comprendere ciò che
si vede a chi non parla la lingua originale, ma come vedremo, questo non è l’unico vantaggio.

Ci sono molte figure che ruotano attorno al doppiaggio.
L’assistente: ha la funzione di coordinare la lavorazione e di controllare il sincrono dei doppiatori durante il doppiaggio in sala.
Il doppiatore: è la persona che dà la voce agli attori stranieri e nei film d’animazione. Dato che prima di tutto il doppiatore è un attore, il doppiatore deve aver frequentato una scuola di recitazione o aver avuto esperienze professionali nel mondo dello spettacolo.
Il fonico: è un tecnico che ha il compito di incidere su un supporto magnetico la voce dei doppiatori e la sua abilità influisce sulla qualità della registrazione della voce, aspetto importantissimo.

Con il doppiaggio si segue la conversazione in maniera istintiva così come ci
capita quotidianamente, mantenendo l’attenzione sui personaggi, movimenti
e in generale sull’immagine. Non è così con la sotto-titolatura, perché può capitare che un dialogo sia particolarmente veloce e i sottotitoli non garantiscono una perfetta comprensione del film, spesso infatti per rileggere i sottotitoli si perde tempo e voglia. In più, è importante il doppiaggio nei cartoni animati e nei film d’animazione per i più piccoli perché non sanno ancora leggere e un buon doppiaggio aiuta anche il bambino per l’apprendimento.

Alcuni attori nella loro lingua originale hanno una brutta voce o magari non è adatta al loro personaggio. Il doppiatore può risolvere il problema. Può capitare anche che il doppiaggio italiano possa arricchire la recitazione di alcuni attori rendendo indimenticabili alcune interpretazioni. A volte guardando un film in lingua originale non si fa caso alla voce dell’attore e si segue semplicemente la storia, mentre altre volte quando si guarda un film doppiato capita di pensare che il doppiatore sia perfetto per il personaggio, perché gli da “un tocco in più”.

Il cinema è un'arte visiva, dunque non può essere rovinata costringendo lo spettatore a distogliere di continuo lo sguardo per leggere le didascalie. A volte i piccoli dettagli delle scene fanno la differenza nella comprensione della trama. I sottotitoli sono un riassunto discreto, dato che in basso allo schermo raramente entrano tutte le parole del dialogo in corso. Il doppiaggio garantisce (quasi sempre) un'ottima qualità perché fatto da attori professionisti con esperienza, i sottotitoli non sono affatto garantiti circa la qualità, ma vengono creati da chiunque, spesso con errori.

Il principale aspetto negativo dei sottotitoli, oltre al fatto, come già detto, che è fonte di distrazione dalle immagini, è nel fatto che rovinano la fotografia, uno degli aspetti più godibili del film. Inoltre è frequente la semplificazione delle battute originali per abbreviare un sottotitolo o per farlo rientrare nei limiti dello spazio. Un altro difetto è la superficialità con cui a volte sono realizzati, come se fossero un semplice optional, mentre nel doppiaggio c’è tanto studio dietro. Ovviamente la traduzione di un film è una cosa molto difficile da fare perché a volte è quasi impossibile conservare il senso della versione non doppiata, ma dietro al doppiaggio ci sono un sacco di professionisti che lavorano insieme per realizzare il prodotto migliore che potessero creare.

C’è bisogno del doppiaggio in quanto è indispensabile per coloro che non conoscono la lingua originale. Consente quindi una distribuzione più ampia, incrementando di conseguenza anche il guadagno della produzione. Infatti, è logico che i film che non dispongono di doppiaggio siano considerati più di nicchia e spesso hanno un guadagno inferiore rispetto ad una produzione che ha investito sul doppiaggio. Quindi è indubitabile che se in questo momento facessi un sondaggio, la maggioranza preferirebbe guardare film doppiati, anche perché è ciò che le persone fanno più spesso.

Il doppiaggio è utile per riuscire a far comprendere le conversazioni in dialetto, quindi non è usato solamente per tradurre lingue straniere. Ricordiamo il noto regista Fellini che ha utilizzato la tecnica del doppiaggio per la gran parte delle sue opere. Era solito far recitare i suoi attori in maniera spontanea senza condannare gli sbagli, che tanto poi sarebbero stati corretti in fase di post produzione. Fellini considerava il doppiaggio l’ultima e importantissima fase della produzione. È la fase in cui lui riusciva anche a stravolgere il film dando ancora spazio alla sua creatività. In sala di doppiaggio spesso ricreava le battute del copione. Perché utilizzava il doppiaggio in questo modo? Fellini non voleva essere condizionato dalla sceneggiatura. Aveva bisogno di estrema libertà, per dare completamente sfogo alla sua fantasia.

Il doppiaggio è indispensabile nel momento in cui ci si accorge di avere una traccia audio danneggiata e quindi c’è la necessità di rimediare. Per esempio, se in fase di post produzione ci accorgiamo di aver registrato involontariamente rumori ambientali troppo forti che impediscono un funzionale utilizzo della traccia audio, è possibile rimediare a questo inconveniente tramite il doppiaggio, per cui in sala sarà possibile riprodurre nuovamente ciò che è stato danneggiato.

L’Italia è una delle nazioni che utilizza di più il doppiaggio e, a parte alcune critiche, chi parla del doppiaggio italiano ne parla con grande orgoglio considerandolo uno dei migliori al mondo. Dietro di sé ha delle voci meravigliose e riconoscibili come Luca Ward, Flavio Aquilone, Francesco Pannofino, Pino Insegno. Infatti ha ben 3 scuole di doppiaggio professionali: Milano, Roma e Torino. La bravura di alcuni doppiatori può portare questi ultimi a doppiare anche personaggi del sesso opposto, per esempio in tutte le stagioni, Bart Simpson è stato doppiato da doppiatrici donne.