S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Le nebulose


Le nebulose sono regioni di gas rarefatto e polveri, dall'aspetto diffuso, presenti un po' dovunque nella nostra e in altre galassie. Un tempo venivano indicate cosi' tutte le sorgenti luminose distanti e dall'aspetto diffuso. In seguito ci si accorse che molte di esse erano in realtà galassie esterne, come per esempio la nebulosa di Andromeda.
Generalmente si distingue tra nebulose oscure e luminose- queste ultime sono nubi di gas illuminate da una stella-. Esse si formano in vari modi, ad esempio nell'esplosione di una supernova, oppure quando una nebulosa planetaria ( così chiamate perché i primi scienziati che le osservarono pensavano che fossero proprio dei pianeti. Oggi sappiamo che queste spettacolari fenomeni celesti corrispondono all'ultimo stadio di una stella di piccole dimensioni. Una fine, che secondo gli scienziati, toccherà probabilmente un giorno anche al Sole), espelle gli strati esterni di gas: in questo caso, al centro della nebulosa resta una stella molto calda, che emette radiazione ultravioletta; la radiazione eccita il gas della nebulosa e fa si' che esso emetta luce. Nel caso del residuo di una supernova, il gas ha una velocità di 1.000-2.000 Km/s e nella collisione con il gas interstellare si riscalda, emettendo radiazione. Inoltre gli elettroni di questo gas vengono accelerati dal campo magnetico di quest'ultimo ed emettono onde radio, attraverso un meccanismo che prende il nome di sincrotrone.
Esistono poi le nebulose a riflessione, le quali contengono anche grani di polvere che diffondono la luce delle stelle vicine. Le nebulose oscure sono invece nubi di gas contenenti polvere e prive di stelle che le illuminano; esse non emettono luce e oscurano anche eventuali sorgenti retrostanti.
Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email