Ominide 643 punti

L'effetto Doppler


La variazione di tono è dovuta al fatto che serve un certo tempo poiché i suoni emessi da una sorgente raggiungono il nostro orecchio. Pertanto, se la sorgente dell’onda si allontana, la parte iniziale viene messo in un punto dello spazio più vicino a ricevitore rispetta quella finale dell’onda sembra distendersi. Quando la sorgente si avvicina invece accade il contrario.
L'effetto Doppler, applicato alle onde luminose, è fondamentale nella astronomia radar.

Anche la luce si comporta come un’onda: in particolare il colore delle radiazioni luminose dipende dalla lunghezza d’onda: quando si scompone la luce bianca con un prisma esso non fate separare le onde di lunghezza diversa, che corrispondono ai diversi colori, dal rosso al violetto.
Nel caso delle onde luminose, quando una sorgente si allontana dall’osservatore la luce emessa ci appare più rossa di quella che in realtà, perché le onde sembrano stirate, cioè la lunghezza d’onda sembra maggiore.

Allo stesso modo, Onde luminose e messi da sorgenti avvicinamento subiscono ai nostri occhi uno spostamento verso il blu, come se la lunghezza d’onda diventasse più corta.
L'uso dell'effetto Doppler in astronomia si basa sul fatto che lo spettro elettromagnetico emesso dagli oggetti celesti non è continuo, ma mostra delle linee spettrali a frequenze ben definite.

L’effetto Doppler può quindi aiutarci a capire la terra e un corpo celeste si stanno avvicinando allontanando tra loro.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017