Ominide 6604 punti

Le comete

Le comete sono state paragonate a "palle di neve sporca" perché sono composte da gas ghiacciati (acqua, ammoniaca, metano, diossido e monossido di carbonio) che tengono assieme piccoli frammenti di materiali rocciosi e metallici.
Quando una cometa si avvicina al Sole, l'energia solare provoca la vaporizzazione dei gas ghiacciati, formando, tutto intorno, una testa luminosa chiamata chioma. A causa del vento solare, alcune comete sviluppano anche una coda che può estendersi per milioni di chilometri e che punta in direzione opposta al Sole, con una leggera curvatura.
Spesso si osservano due code distinte, come nel caso della cometa di Halley e della cometa Hale-Bopp.
Le comete sembrano avere origine in due regioni della parte più periferica del Sistema Solare. Si pensa che alcune provengano dalla fascia di Kuiper, una remota regione del Sistema solare, oltre Nettuno, cosi' chiamata in onore dell'astronomo olandese Gerald Kuiper (1905-73) che, nel secolo scorso, ne ipotizzò l'esistenza.

In genere, queste comete si muovono lungo orbite quasi circolari che giacciono approssimativamente sullo stesso piano delle orbite dei pianeti: può capitare che una collisione o l'attrazione gravitazione di uno dei pianeti gioviani faccia deviare l'orbita di una cometa verso i pianeti interni, permettendoci cosi di osservarla.
Altre comete, invece, sembrano essere distribuite in tutte le direzioni rispetto al Sole e si ritiene che formino una sorta di guscio sferico intorno al Sistema Solare, chiamato nube di Oort, dal nome dell'astronomo olandese Jan Oort (1900-92) che per primo ne ipotizzò l'esistenza.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email