Ominide 4103 punti

L'organizzazione della chiesa

Le prime chiese

Le prime comunità cristiane, dette "chiese", non rispondevano, come oggi, a un capo supremo. Ogni chiesa eretta dal presbiterio, un consiglio di anziani scelti per la loro moralità e fede:i collaboratori del presbiterio erano i diaconi, incaricati di amministrare i beni della comunità e di svolgere opere di assistenza ai poveri e ai perseguitati.
A capo di più chiese stava l'episcopo, il vescovo. Nella chiesa primitiva non esisteva alcuna distinzione tra sacerdoti e laici: spesso i pasti, a imitazione di quanto accadeva ai tempi di Gesù e degli apostoli, venivano consumati in comune e i membri della Chiesa vivevano assieme tutti i momenti religiosi e sociali più salienti.

Nasce la Chiesa cattolica

Più tardi, in ogni città importante, fu eletto un vescovo che spesso assunse anche veri propri poteri politici.A Roma, però, avevano affrontato il martirio Pietro, il pescatore di cafarnao,discepolo prediletto di Cristo,e Paolo di tarso, il colto divulgatore del cristianesimo nel mondo ellenico.Ecco perché, nel 451 d.C., durante il concilio di Calcedonia, antica città poco distante da Costantinopoli, il vescovo di Roma fu proclamato successore di Pietro e gli si attribuiva il titolo di Papa e di capo indiscusso della cristianità.Da questo momento la chiesa divenne "cattolica" e assunse una struttura fortemente accentrata:il Papa divenne garante del rispetto delle verità di fede e difensore della vera religione contro ogni eresia o deviazione. I vescovi conservarono il loro potere ma dovettero rispondere delle loro operato direttamente a Roma.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email