L'ebraismo


Approfondimento della cultura ebraica in tutti gli aspetti, in particolar modo nell'ambito culturale, alimentare e vestiario.

L'ebraismo nasce circa 3.500 anni fa in Palestina.
Insieme delle credenze, dei rituali, delle usanze e degli orientamenti spirituali del popolo ebraico. Secondo stime recenti, attualmente sono nel mondo circa 14 milioni di persone, distribuiti in più di cento paesi. Di questi, l’unico paese in cui l’Ebraismo costituisce la religione della maggioranza del popolo è Israele.

Ebreo è chi nasce da madre ebrea. (o chi si converte secondo le regole)
Giudeo è sinonimo di ebreo.
Israeliano è un qualsiasi cittadino del popolo d’Israele.
(anche non ebreo) Giudaismo Si riferisce alla religione ebraica posteriore della distruzione del tempio di Gerusalemme
e propria della diaspora che ne conseguì.

Inizialmente erano politeisti.
Gli ebrei credono in un solo Dio, Creatore e Signore dell’Universo, liberatore del popolo ebraico dalla schiavitù, affidando all’uomo il mondo, guidato dalla provvidenza. - Dio è eterno e spirito, e trascendente. - Il nome di Dio è YHWH (= הוה’)
Gli ebrei si rivolgono a Dio chiamandolo Adonai (= Signore) - nemici di ogni idolatria e di qualsiasi cosa che si voglia sostituire a Dio. -Fede in tutto ciò che è scritto nella Legge e in futuro messianico.
Il sentimento di dipendenza dell’uomo verso Dio è l’elemento chiave della coscienza ebraica.

Il termine ebraico berith (= determinazione a far qualcosa , patto) esprime Il legame stretto di amore e amicizia tra Dio e l’ Uomo in vista di un Futuro di salvezza nei tempi messianici.
La promessa di Dio: - ad Abramo e alla sua discendenza - a Mosè sul monte Sinai - al re Davide, cui promette una discendenza regale.
Dio richiede come corrispettivo alla sua alleanza un impegno di fedeltà.
Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email