Sapiens 7299 punti

Le diverse risposte religiose


L'uomo moderno dà alla scelta religiosa risposte molto diverse che possiamo sintetizzate così:
la posizione del credente: colui che dice si alla divinità e alla trascendenza. Questa scelta si esprime con modalità diverse nella storia e nello spazio;
la posizione dell'ateo: colui che dice no alla divinità e alla trascendenza;
la posizione dell'agnostico: colui che non dice né si né no, si mostra indifferente, o meglio sospende il proprio giudizio, in quanto la soluzione dei problemi riguardanti la metafisica richiederebbe di oltrepassare i limiti della conoscenza umana.

Metafisica: termine che prende origine dalla denominazione gruppo di libri del filosofo greco Aristotele(quinto secolo avanti cristo), per indicare gli scritti successivi a quelli sulla fisica, che studiavano i principi primi della realtà. In ambito filosofico questo termine ha subito un'evoluzione alquanto complessa. In senso generale possiamo affermare che con questo termine intendiamo quella parte del pensiero che si rivolge a ciò che sta "oltre" la conoscenza sensibile e al di là dell'esperienza diretta dell'uomo.

Quindi possiamo sintetizzare la situazione dell'opinione religiosa Dio/Trascendenza:
credenza di Dio si; agnosticismo/indifferenza; ateismo Dio no.

Possiamo, a questo punto, proporre una prima definizione di religione,una definizione minimale, che però ci permette di delineare l'esperienza religiosa: si intende il rapporto tra l'uomo e la divinità(comunque intesa o concepita) Il soggetto è l'uomo, l'oggetto è il divino.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017