Erectus 1119 punti

In morte del fratello Giovanni


• In morte del fratello Giovanni è uno dei sonetti più famosi dell'intera produzione foscoliana. L'ambiguità del poeta è riscontrabile nell'ampio utilizzo di figure retoriche a cui si accompagna un’impostazione classica (in Leopardi invece sono presenti dei versi ipermetri (irregolari) perché secondo lui i sentimenti non possono essere imbrigliati in schemi metrici).
• Il cenere muto rappresenta una concezione nichilistica secondo cui tutte è materia e dopo la morte non c'è più vita, l'urna è vuota.
• In alla sera la morte diventa sinonimo di quiete, eterno sonno. In morte del fratello Giovanni la quiete rappresenta la possibilità di trovare ristoro nella propria patria, si evolve il concetto di memoria e sepoltura.
• La morte è l'unica possibilità del poeta di ricongiungersi con la famiglia. Il primo verso ricorda il Carmen 101 di Catullo, Foscolo avete molto gli influssi neoclassici. Catullo può porgere l'estremo saluto al fratello morto mentre Foscolo no in quanto è lontano. Foscolo, come usanza cristiana, vorrebbe solo piangere il fratello invece Catullo essendo un seguace della religione pagana porta al fratello i doni per gli inferi.
• Gli avversi numi di cui si parla nel sonetto rappresentano un potere Arcano contro cui lottare è vano un eco di carattere omerico (Odisseo invoca i nomi del suo continuo peregrinare scatenato da l'ira di Poseidone).
• La struttura del poema è circolare: la prima quartina tratta dell'esilio, la seconda della tomba del fratello, la prima terzina della madre e la seconda terzina ritorna sul concetto di esilio.
• Il tema dell'esilio non è una condizione esclusivamente politica ma anche esistenziale, rafforza il senso di precarietà e alienazione.
• La madre è motivo di sofferenza per il poeta destinata a rimanere tale data l'impossibilità di ricongiungersi.
• Il dolore assume delle sfaccettature molteplici: quello del poeta per la morte del fratello, quello del poeta per la lontananza della madre, quello del fratello per l'angoscia della vita (probabilmente è morto suicida) e quello della madre per la morte del figlio.
• La tomba è il collegamento tra i vivi e i morti.
Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email