La Gerusalemme liberata


Canti 1-5: Nel 1099 (ultimo anno della crociata), i cristiani appaiono scomposti e non uniti tra loro nella lotta contro gli infedeli. Per questo motivo Dio (concilium Deorum) invia l’Arcangelo Gabriele da Goffredo Di Buglione affinché sia esortato a portare a termine la sua missione. Pietro l’Eremita propone e ottiene che Goffredo sia nominato capo dei crociati.
Si decide di assalire Gerusalemme (il cui re era Aladino) e sotto le mura della città iniziano gli scontri, dove si distinguono:
• Tancredi D’Altavilla: (1072 – 1112), è stato un cavaliere medievale normanno, uno dei capi della Prima Crociata, poi reggente del Principato d'Antiochia e Principe di Galilea;
• Rinaldo;
• Argante: potente guerriero musulmano;
• Clorinda: abile guerriera musulmana e ignara delle sue origini. È stata cresciuta dall’eunuco musulmano Arsete. In realtà, Clorinda, è figlia di Senapo, re dell’Etiopia cristiana.
Durante lo scontro Tancredi combatte contro Clorinda, di cui è innamorato. Tancredi, durante lo scontro è osservato da Erminia, figlia del re di Antiochia spodestato dai cristiani. In questo momento Erminia fa una teicoscopia.
Goffredo ordina la costruzione di imponenti macchine da guerra per fronteggiare i musulmani. Allo stesso tempo, Satana corre in soccorso degli infedeli inviando una serie di forze infernali, tra cui la bellissima maga Armida. La maga giunge all’accampamento dei crociati fingendosi la principessa spodestata del trono di Damasco. Ella fa innamorare molti paladini e crea un gran numero di disordini: Rinaldo uccide Gernando e per questo motivo è allontanato dall’accampamento. La maga ottiene in fine che dieci cavalieri cristiani (sorteggiati da Goffredo, per evitare altri disordini) la accompagnino verso Damasco: la maga imprigiona i paladini in un grande castello incantato sulle rive del Mar Morto.

Canti 6-11: Argante sfida Tancredi a duello, ma è sostituito da Ottone, che muore. Dopo la morte di Ottone, Tancredi sfida Argante ma il duello si interrompe a causa dell’avvento della notte.
Durante la notte, Erminia, per curare Tancredi, si traveste utilizzando l’armatura di Clorinda ed esce dalle mura di Gerusalemme ma viene avvistata da una pattuglia cristiana. Erminia fugge senza una meta precisa per un’intera notte e si risveglia in un luogo idilliaco sulle rive del Giordano, circondata da pastori. Tancredi, segue Erminia, pensando che sia Clorinda, ma cade vittima di Armida, diventando prigioniero del suo castello incantato.

Il giorno dopo, Solimano, sultano musulmano, semina il panico nell’accampamento cristiano, ma la pace è ristabilita all’arrivo di alcuni misteriosi cavalieri cristiani, che si scoprirà essere Tancredi e gli altri paladini un tempo prigionieri del castello di Armida. I cavalieri sono stati salvati da Rinaldo, che viene creduto morto per notizia giunta da un gruppo di musulmani.
L’arcangelo Michele ricaccia le forze di Satana all’inferno e c’è una processione cristiana al monte Oliveto. Goffredo sferra l’ultimo attacco a Gerusalemme tramite un’imponente macchina da guerra lignea, l’attacco è però interrotto dal sopraggiungere della notte.

Canti 12-17: A Clorinda vengono rese note le sue origini. Argante e Clorinda si travestono e durante la notte escono dalle mura di Gerusalemme per bruciare la macchina da guerra cristiana. I due riescono nel loro intento ma Clorinda viene chiusa per sbaglio fuori dalle mura della città.
La guerriera è costretta quindi ad affrontare Tancredi, che la riconosce solamente la mattina seguente, dopo averle inferto una ferita mortale.
I cristiani cercano di entrare nella selva di Saron per trovare altro legname da utilizzare per ricostruire la macchina da guerra andata in fumo. Il mago Ismeno, però, ha fatto un incantesimo alla foresta ed è resa impenetrabile. Goffredo, durante una visione divina, capisce che l’unico in grado di ribaltare le sorti è Rinaldo. Vengono inviati alla ricerca del cavaliere Carlo e Ubaldo. I due, dopo aver fatto visita al mago di Ascalona, capiscono che Rinaldo si trova nel palazzo di Armida, nelle Isole Fortunate nel mezzo dell’Oceano. La coppia di cavalieri supera una serie di sfide e giunge al palazzo di Armida, dove trovano Rinaldo completamente schiavo dell’amore per la maga. I due fanno specchiare Rinaldo in uno specchio magico, liberandolo, e lo aiutano a fuggire.

Armida, una volta lasciata sola, raggiunge l’esercito egiziano capeggiato da Emireno a Gaza e si promette a colui che in battaglia sconfiggerà e ucciderà Rinaldo.

Canti 18-20: Rinaldo incontra il mago di Ascalona e gli vengono profetizzate le imprese dei suoi discendenti estensi. Dopo essersi ritirato in preghiera sul monte Oliveto, sconfigge le forze demoniache della selva di Saron e dà ai cristiani la possibilità di ricostruire la torre da guerra.
Inizia l’assalto finale a Gerusalemme:
• Argante e Tancredi si sfidano a duello, che termina con la vittoria di Tancredi. Egli è in fin di vita a è trovato e curato da Erminia;
• L’esercito cristiano di Emireno giunge a Gerusalemme, il capo è sconfitto da Goffredo;
• Solimano è ucciso da Rinaldo;
• Rinaldo e Armida si incontrano nuovamente:
1. Armida tenta di uccidere Rinaldo;
2. Armida tenta il suicidio, ma è fermata da Rinaldo;
3. Armida viene salvata e convertita al cristianesimo.
La battaglia si conclude in favore dei cristiani. Goffredo diventa protettore del Santo Sepolcro e scioglie il suo voto.

Hai bisogno di aiuto in Torquato Tasso?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email