sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Il Barocco-


Col termine Barocco si definisce un movimento artistico tipico dell’area mediterranea (Italia, Spagna, Portogallo), poiché nelle aree più nordiche dell’Europa si era diffusa una cultura soprattutto scientifica; anche in Italia comunque arrivò la corrente scientifica, però solo con Galileo Galilei.
Il Barocco è incentrato sulla Letteratura e sulla Storia dell’Arte; per quanto riguarda quest’ultima si nota un ritorno dell’horror vacui, infatti tutto lo spazio è solito essere riempito con decorazioni, poiché ciò che è vuoto dà senso di diffidenza e abbandono.
Il termine Barocco deriva dalla parola portoghese ‘Barrojo’, che definisce una pietra preziosa grezza; la pietra preziosa fa riferimento al ritrovamento di pietre preziose nelle colonie portoghesi e spagnole nel Sud America e significherebbe la ricerca infinita ed impossibile della perfezione, tipica di questo periodo.
Durante il Barocco sono esaltati i concetti della meraviglia, dello strano, del bizzarro.

L’Arte Letteraria in questo periodo è in mano alla Chiesa e alle Accademie, ossia dei centri, più chiusi rispetto alle Università, dove vi erano degli intellettuali. L’Accademia più nota in Italia è quella della Crusca, che al tempo diceva che era corretto solo l’utilizzo delle parole usate da Dante, Petrarca o Boccaccio nei loro testi.
Il linguaggio usato nei testi del Barocco è particolarmente ampolloso ed è usato per evitare di dire molto e troppo (soprattutto per quanto riguarda argomenti come la politica), poiché l’Inquisizione poteva bloccare i testi; per quest’ultimo motivo vi fu una maggiore diffusione della Poesia che dei testi in prosa.
I concetti base della poesia sono: l’amore sensuale, l’amore verso il locus amoenus (solitamente luoghi di campagna), la natura (intesa come paesaggio) e le azioni quotidiane.
I due principali autori italiani di poesie sono Marino e Tassoni.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email