Il 600' e l'età barocca


Il 600’ è caratterizzato da alcuni elementi essenziali come:

•La nascita di un nuovo rapporto con gli antichi e con le tradizioni, basato sul supplemento e non sull’imitazione come nei secoli prima.
•L’insistenza sull’apparire, sull’immagine e sulla teatralità.
•Un grande sviluppo di scienza e tecnica, che portò a importanti scoperte in molti campi.

Il termine barocco fù usato come dispregiativo nel 700’ e nell’ 800’ per indicare qualcosa di imperfetto e bizzarro. Solo alla fine dell’ 800’ fù usato per intendere una fase culturale. In seguito gli studiosi hanno rivalutato l’arte e la cultura barocca, come un momento di reazione al classicismo del 500’ attraverso la sperimentazione di forme e generi nuovi.
Una delle cose più importanti nel barocco era la meraviglia , ostentata in forme spettacolari, magnificenti e teatrali. Non a caso il 600’ è il secolo del teatro.

Il barocco influenzò l’arte e il sapere di quel secolo:
•La letteratura: con l’italiano Marino e l’inglese Shakespeare
•La musica: con il compositore italiano Monteverdi
•La pittura : con Caravaggio
•L’architettura: con Bernini
•Il teatro: con Shakespeare
•La teologia

Il mondo che ci circonda viene visto come una macchina dotata di proprie leggi e propri principi, che si possono conoscere sempre meglio attraverso il metodo sperimentale. Su queste basi nasce la scienza moderna. Nicolò Copernico con la visione eliocentrica rovescia quella geocentrica di Cartesio.


Galileo Galilei elaborò il metodo sperimentale e Cartesio fù il padre del razionalismo.
Il 600’ Italiano fù l’epoca della diffusione letteraria dei dialetti, ma segnò anche un arretramento sul piano letterario. L’esponente del barocco italiano fù Gianbattista Marino, le sue liriche erano caratterizzate da arguzie e bisticci verbali.
Il barocco diede vita a vari generi letterari come :
•Poemi epici
•Romanzi
•Trattati
•Teatro
•Teatro musicale

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove