I personaggi
Nella prima stanza, l'autore introduce Bacco e Arianna che aprono la sfilata della processione trionfale essendo i protagonisti del mito loro omonimo, secondo il quale Bacco prende in sposa Arianna salvandola dal triste abbandono di Teseo sull'isola di Nasso.
    I beni terreni
Ripetutamente in questa ballata il protagonista Bacco, dio del vino, richiama alla spensieratezza e all'allegria per ogni persona, di ogni età. Ma questo continuo rinnovo alla lietezza nasconde un senso ben diverso dietro l'apparente visione materialistica: ogni personaggio che viene introdotto presenta caratteristiche ben diverse, ma per ognuno il poeta sottolinea l'importanza di cogliere ogni occasione di gioia. Per esempio, quando vengono presentate le ninfe ingannate dai satiretti, oppure il vecchio Sileno e addirittura il re Mida: ciascun personaggio potrebbe disperarsi per le proprie disavventure, ma sarebbe inutile poiché non porterebbe allegria come invece fa chi è innamorato.
    Il contesto
Il contesto a cui fa riferimento questa ballata è ovviamente festoso ed in tema classico: dalla sfilata delle maschere totalmente greche ai continui riferimenti all'allegria e alla gioia, sullo sfondo la festa di Carnevale.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email