Ominide 22 punti

1. In quale misura Petrarca è debitore nei confronti di filosofi e poeti classici (Cicerone, Seneca, Orazio, Virgilio) del modello di otium letterario presentato in questo testo? Petrarca è debitore nei confronti degli antichi perché ha ricevuto da loro le lettere, quindi la letteratura che per lui corrisponde alla felicità. Prende la loro concezione di otium, ovvero il distacco dalla vita comune. Vuole rendergli omaggio leggendo i loro scritti e trasmettendoli alle generazioni future.
2. Quale tipo di ascetismo propugna Petrarca? Petrarca propone uno stile di vita dedicato alla letteratura, scrittura e lettura con un distacco dalle attività superficiali della città.
3. Nell'ideale vita agognata da Petrarca quale funzione occupa la letteratura? La letteratura è al centro dell'otium letterario inteso da Petrarca. Egli si distacca, non solo fisicamente, dal mondo esterno per dedicarsi esclusivamente alla letteratura degli antichi.
4. Quale tecnica usa Petrarca per esaltare la vita solitaria? (La vita solitaria viene esaltata in assoluto o viene elogiata attraverso il confronto con un altro modello di vita? Ci sono parallelismi? Antitesi? Altri accorgimenti retorici?) Petrarca esalta la vita solitaria facendo un confronto con la vita reale, riportando esempi di fatti comuni che vengono visti come delle distrazioni. Paragona poi una delle caratteristiche della vita solitaria, la meditazione, ad un frutto del quale non si capisce il sapore se non lo si ha provato.

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email