Chiare, fresche e dolci acque
Il poeta rivive attraverso la memoria il suo incontro con Laura sulle rive del Sorga.
Si alternano i ricordi del passato incontro alla speranza di un nuovo incontro in un futuro migliore -> Tutta la canzone oscilla tra memoria e sogno.
Ogni strofa è dedicata al tempo:
1°passato 2°futuro 3°passato 4°futuro 5°passato
Nel congedo c’è un accenno al presente
1° strofa: si rivolge ad acque, erbe e alberi che sorgono sulle rive del Sorga e chiede alla natura di essere testimone delle sue ultime volontà. Ricorda questa natura armoniosa e vitale mentre accoglieva Laura in mezzo a lei.
“chiare fresche e dolci..” -> climax da esterno a interno (vista tatto gusto)
"ove le belle membra pose.." -> igiene, elemento di civiltà. In quell'acqua si immerse per fare il bagno.
"solo a me par donna" -> è l'unica donna al mondo degna di essere tale oppure potrebbe significare "solo a me sembra donna" come se gli altri non si accorgessero della sua bellezza.

“gentil ramo..colonna” -> elemento sensuale
"erba e fior che..seno " -> si è appoggiata a pancia in giù coprendo erba e fiori
“aere sacro, sereno” -> Ipallage aria serena. Il cielo dovrebbe essere sereno perché sgombro di nuvole, l’aria può essere un venticello leggero. Aria sacra perché ha accolto una dea
"ove Amore co' begli.." dove l'amore mi aprì il cuore con i begli occhi di lei
da gentil ramo a colonna -> elemento sensuale
"erba e fior che.. " -> si è appoggiata a pancia in giù coprendo erba e fiori
aere sacro, sereno -> aria serena; IPALLAGE. cielo sereno perché sgombro di nuvole, aria può essere un venticello leggero.
Aria sacra perché ha accolto una dea
"ove Amore co' begli.." dove l'amore mi aprìil cuorecon i begli occhi di lei
Si conclude con la principale “ascoltate le mie parole”
2° strofa: Immagina di morire presto e chiede che il suo corpo venga sepolto in quel luogo poiché così la morte sarà meno dura.

3° strofa: spiega il motivo per cui Petrarca immagina di morire presto -> immagina che lei venga di nuovo a passeggiare lì volgendo intorno lo sguardo per i ricordi di quel giorno e che trovi la sua tomba. Spera che la tomba la ispirerà a piangere e a pregare Dio per richiedere pietà di lui e modificando così la severità di Dio verso il poeta.
“Asciugandosi gli occhi col bel velo” -> gesto umanissimo

4° strofa: Insiste sui ricordi della 2° strofa ed evidenzia il trionfo di Laura.
Il venticello leggero stacca i fiori dall’albero che vanno verso Laura scendendo dolcemente sulla gonna aperta di lei. -> La natura si era accorta della sua sacralità.
“umile in tanta gloria” -> Antitesi tra umiltà e gloria; esprime anche la sintesi della bellezza di lei
“Qui regna Amore” -> Personificazione

5° strofa: Il poeta entra nell’oblio della realtà e crede di essere finito in Paradiso (Eden, pagano; infatti ci trova lei in tutta la sua sensualità) e si chiede come sia avvenuto il passaggio.
" Da indi in qua mi piace " da allora quest'erba lo attrae così tanto che non ha pace in altro posto -> aspira a una pace interiore che coincide con l'Edonismo (= idea della vita come piacere; ricerca del piacere come agio, bellezza ricchezza. Vita a pieno godimento dei beni"
Al centro dell'Epicureismo c'è l'edonismo.

Congedo : Presenta la personificazione della canzone e la invita ad uscire dal bosco per andare tra la gente a diffondere ovunque la divinità di Laura come dea pagana

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email