Ominide 2155 punti

Francesco Petrarca

Petrarca si dedicò agli studi di letteratura dei poeti antichi. Nel 1326 la morte del padre chiamò Francesco e il fratello ad Avignone, e costatarono che l’eredità del padre non poteva mantenerli, perciò i due fratelli entrarono nell’ordine dei Certosini.
Nel 1327 il poeta vide in una chiesa Laura, la donna che amerà per tutta la vita, tanto da diventare l’ispiratrice delle sue liriche d’amore.
L’amore di Francesco per Laura perseguì anche dopo la morte della donna, che avvenne a causa della peste nel 1348.
Petrarca ha scritto numerose opere. Tra le opere in latino troviamo: ‘Africa’, un poema eroico che parla della Seconda Guerra Punica e delle gesta di Scipione; ‘Bucoliam Carmen’, una raccolta di dodici argomenti che trattano temi su amore, politica e morale, ‘Nitricae’, un’opera di sessantasei esametri che trattano d’amore, politica, materie letterarie e autobiografiche.

Opere latine in prosa

‘De viris illustribus’ è un’opera che contiene trentasei biografie di personaggi illustri della storia di Roma. L’opera è stata composta in periodi diversi, infatti nel 1351 continuò l’opera aggiungendo altre biografie, in particolare da Adamo ad Ercole.

L’opera ‘Secretum’ viene suddivisa in tre libri. Petrarca immagina di fare un dialogo con Sant’Agostino al cospetto di una donna (la Verità), che rimane in silenzio, e discutono su temi religiosi e morali.

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email