Ominide 914 punti

Neoclassicismo: analisi

Come dice il termine stesso, per Neoclassicismo si intende un ritorno al passato, ovvero all’ epoca classica.
La riscoperta e la rivalutazione del passato ebbero inizio dalla scoperta archeologica di Johann Joachim Winckelmann.
Con Johann Joachim Winckelmann l’ arte classica acquisì una nuova importanza.
Al culto della ragione venne sostituito dai neoclassici il culto del bello assoluto.
Johann Joachim Winckelmann pensava che il bello assoluto fosse perseguibile in tutti i Paesi e in tutte le età da chiunque volesse classificarsi come artista.
C’ è da precisare che con bello assoluto si intendeva l’ unione delle parti più belle scelte tra i diversi individui o le diverse cose, tutto questo perché la natura non dà mai un tutto perfettamente bello: tra le parti belle mette quelle meno belle e così tocca all’ artista fare la scelta giusta e creare il bello assoluto.

In questo periodo si ha il vero culto del passato e delle tradizioni, si celebrano le memorie di antichi popoli come garanzia e fondamento di una futura identità nazionale e di un destino di una certa qualità.
La letteratura neoclassica è una letteratura aulica: la lingua è selezionata, c’ è una certa struttura sintattica, una precisione metrica e l’ uso di figure retoriche.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico 800 e 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email