Ominide 1148 punti

La Coscienza di Zeno, spiegazione del romanzo


La Coscienza di Zeno esce nel 1923.Intercorre quindi il lungo periodo di "silenzio letterario" dovuto a diverse ragioni,di carattere psicologico e pratico.Bisogna sottolineare la ragione più importante e cioè l'indifferenza della critica nazionale ai primi due romanzi,pagati anche di tasca sua(cioè "una vita" e "Senilità").
Per Svevo seguirà il suo interesse per la psicoanalisi in relazione all'attività di divulgazione del freudismo da parte del dottor Weuss.La conoscenza della teoria freudiana è alla base della "Coscienza di Zeno".
Il titolo del romanzo riflette la consapevolezza dell'autore,del suo carattere,alternativo rispetto alla produzione narrativa italiana dell'epoca.Per lui "coscienza" può significare "coscienza morale" o consapevolezza.
La coscienza di Zeno può intendersi in positivo o negativo:cioè come consapevolezza o inconsapevolezza delle proprie azioni;
La Coscienza di Zeno viene intesa come "opera aperta".E' suddivisa in 7 capitoli(Preambolo,Il Fumo,La morte di mio padre,La storia del mio matrimonio,Storia di un'associazione commerciale,Psico-analisi) preceduti da una prefazione.Nei 7 capitoli a scrivere è Zeno che parla della propria vita e della "coscienza" che ha e che ha avuto.
Prefazione del Dottor S:La coscienza di Zeno si presenta come un memoriale inviato da Zeno allo psicanalista che lo ha in cura,il dottor S.Egli non ha trovato di meglio che indurre il suo paziente a scrivere una storia della sua malattia,e se ne scusa nella "Prefazione";egli spera che quest'attività sia un preludio alla psico-analisi,ma viene deluso da Zeno,il quale abbandona il trattamento e la cura.In conseguenza di ciò lo psicanalista promette di pubblicare il memoriale del paziente "per vendetta".
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email