Ominide 1149 punti

Vita e opere di Leonardo Sciascia

Nato a Recamulto(Agrigento) nel 1921,Sciascia fece il maestro elementare a Caltanisetta. Nella seconda metà degli anni 60 abitò a Roma lavorando al Ministero della Pubblica Istruzione.Poi tornò in Sicilia, dove visse a Palermo sino alla sua morte(1989) con soggiorni a Parigi.Nel 1961,raggiunse il successo con "il giorno della Civetta".Da qui apparve come l'intellettuale più esposto nella lotta alla mafia,e altri lo videro come oppositore ambiguo o tiepido di questo fenomeno;
La produzione letteraria si può suddividere in 2 periodi.Il primo va da "Le parrocchie di Regalpetra(1956);il secondo dal "Il contesto"(1974) alla morte.
Sia nel primo che nel secondo racconta la stessa vicenda:la sconfitta della ragione,della moralità.Nei primi romanzi,resta ancora il personaggio "positivo" portatore di valori di onestà e razionalità.
"Il giorno della civetta" e "a ciascuno il suo" sono romanzi costruiti sulle indagini poliziesche." Il consiglio d'Egitto" è un romanzo storico.
Il secondo periodo cominciò con "Il Contesto":gli argomenti sono a carattere politico:al romanzo si alterna il pamphlet dedicato alla ricostruzione di fatti risalenti alla cronaca politica attuale o alla storia del passato. Il contesto porta come sottotitolo,"Una Parodia". Il romanzo vuole essere una parodia e una allegoria:vuole portare alle estreme conseguenze un panorama politico di un paese sudamericano che rappresenta allegoricamente l'Italia negli anni 70.Ha per protagonisti un'ispettore di polizia,Rogas,che conduce un'inchiesta su misteriosi assassinii di 4 magistrati.
Oltre ai romanzi,Sciascia scrisse anche racconti,che sono raccolti in "Gli zii di Sicilia(1960) e "il mare colore del vino(1973).
Leonarda Sciascia mori' a Palermo il 20 Novembre 1989 in seguito ad una malattia.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email