Video appunto: Marcovaldo: narratore

Marcovaldo: narratore



All'interno delle novelle di natura quasi fiabesca che fanno parte del libro Marcovaldo scritto da Italo Calvino, oltre al fatto che vi siano dei personaggi con nomi molto particolari, di antiche origini, sono presenti anche due voci narranti:
- esiste un narratore presente all'interno della storia;
- esiste un narratore onnisciente, esterno alla storia, il quale racconta tutte le avventure e le disavventure del protagonista delle novelle: Marcovaldo.


Altre caratteristiche di queste voci narranti



Spesso e volentieri si notano anche delle vere e proprie interazioni tra queste due voci narranti, infatti la voce del narratore onnisciente e quella di Marcovaldo sembra che, durante le vicende raccontate si alternino tra di loro in maniera quasi vicendevole, come se la voce del narratore onnisciente sopperisse alle carenze che emergono dai pensieri e dialoghi espressi dallo stesso protagonista della storia, che è appunto Marcovaldo. La narrazione delle varie novelle presenta una certa dinamica:
- vi è un'introduzione che presenta l'ambientazione e il tipo di situazione in cui si svcon presentazione dello scenario e della situazione in cui le vicende raccontate prendono vita grazie alla voce del narratore onnisciente;



- poi è presente un vero e proprio intreccio, in cui il protagonista vive la sua vita e si muove nel suo ambiente di riferimento. Si tratta di un contesto quello in cui vive, dove Marcovaldo si meraviglia del mondo che lo circonda e in cui vuole scoprire continuamente nuove cose; (talvolta ci sono anche delle interruzioni del narratore onnisciente nell'ambito della storia)
- una conclusione, che viene quasi sempre delineata attraverso la voce del narratore onnisciente che assume quasi sempre dei toni che sono al limite del tragicomico.

La realtà spesso viene reinterpretata dalla figura quasi ingenua e critica di Marcovaldo.

per approfondimenti vedi anche:
Calvino, Italo - Marcovaldo, ovvero le stagioni in città