Ominide 1407 punti

"I principati nuovi che s'acquistano con armi proprie e con la virtù"


In questo capitolo Machiavelli punta la sua attenzione sulla fondazione dei Principati completamente nuovi, grazie alla virtù posseduta dal principe e con l'utilizzo di armi proprie. Tutto ciò è illustrato attraverso i casi esemplari di grandi uomini grandi indicati al principe come modelli da imitare.
Di qui deriva il principio di imitazione applicato al campo politico: secondo Machiavelli il comportamento umano è costante nel tempo e in ogni luogo, quindi egli pensava che dal passato si potessero trarre degli insegnamenti per l'azione nel presente.
Machiavelli dice che il principe trae vantaggio se sceglie come sede di abitazione una zona che deve governare (in prossimità) e che per diventare principe serviva o virtù o fortuna. La fortuna è l’insieme delle circostanze in cui si trova ad agire il Principe ed è indipendente dalla sua volontà. Per l’uomo virtuoso La fortuna serve come occasione per mostrare le proprie virtù. Infatti, secondo Machiavelli, senza l'occasione la virtù del principe non avrebbe modo di mostrarsi e, viceversa, se l'uomo non fosse virtuoso l'occasione sarebbe vana.
Machiavelli, inoltre, fa un elenco di tutti i personaggi politici virtuosi non solo storici ma anche mitologici (come Mosè, Ciro e Romolo) e, nonostante il suo acume storico, egli non concepisce tale differenza. Machiavelli mostra anche una sorta di provvidenzialismo (se le azioni di Ciro sono simili a quelle di Mosè e se quelle di Mosè erano guidate da Dio, vuol dire che Dio stesso ha voluto che Ciro agisse così; sillogismo). Un altro concetto fondamentale presente in questo brano è il fatto che, secondo Machiavelli, chi conquista il principato affidandosi alla virtù e non alla fortuna ha maggiori difficoltà nell’ acquistarlo ma ha più facilità nel mantenerlo è la difficoltà per un principe consiste soprattutto nell'introdurre i nuovi ordinamenti dello Stato per via dei nemici conservazionisti e per la difesa tiepida dei progressisti causata dalla paura degli avversari. Nel testo è anche presenta una polemica contro Savonarola, citato come esempio (in negativo ) dell'importanza delle forze militari in campo politico.
Hai bisogno di aiuto in Principe?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email