Ominide 2147 punti

La filosofia pirandelliana

Anticipazione dell’umorismo
Il Fu Mattia Pascal è un’esemplificazione della poetica dell’umorismo che Pirandello teorizzerà nel 1908 nel saggio l’Umorismo.

Relativismo e scissione della coscienza
Attraverso la paradossale vicenda di Mattia Pascal, lo scrittore evidenzia lo smarrimento della coscienza dell’uomo contemporaneo e dei conflitti irrisolti in un mondo precario, incerto, in cui non esiste la verità assoluta. La concezione relativistica dell’autore, enunciata nella Premessa seconda del romanzo, trova sviluppo soprattutto negli apologhi di Anselmo Paleari, padre di Adriana la donna amata da Adriano Meis. A questo personaggio Pirandello affida il compito di esporre le sue idee.
Nel primo apologo Paleari prende spunto dalla rappresentazione della tragedia greca di Oreste da parte di un teatrino di marionette per addentrarsi in riflessioni più profonde.

Lo strappo nel cielo di carta
Il riferimento a una tragedia rappresentata in un teatrino di marionette non è casuale, perchè le marionette raffigurano l'alienazione dell'uomo moderno, che vive e si muove meccanicamente, fino a che un evento non sconvolge le certezze.

La lanterninosofia
La provvisorietà delle certezze è espressa da Anselmo Paleari nella teoria della "lanteninosofia": ci sono tante verità quante sono le coscienze individuali, ma poichè l'uomo ha bisogno di verità assolute, si autoinganna.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email