Ominide 914 punti

Giovanni Boccaccio e Francesco Petrarca: confronto

Da Giovanni Boccaccio a Francesco Petrarca il distacco temporale è grande, ma entrambi appaiono affini. Gli interessi di Giovanni Boccaccio e di Francesco Petrarca sono simili: ambedue sono attaccati alla terra e la cosa più importante per loro è questa vita. Per questo Petrarca è molto combattuto, al contrario di Boccaccio che non lo è affatto. Anche per Petrarca, così innamorato delle belle forme di Laura, così ansioso di scrutare i movimenti del proprio cuore, così diligente nel lasciare ai posteri un diario della propria vita affettiva e intellettiva, il centro della vita è la terra. Così, nelle opere di entrambi viene descritto non l’ uomo che vede nell’ oltremondo il significato e l’ epilogo della propria vita, ma l’ uomo che vede nella terra il proprio regno. In Petrarca gli ideali religiosi non sono spenti, ma non hanno la forza per domare le passioni; in Boccaccio, invece, sono dimenticati. Boccaccio fu novellatore di tutte le classi sociali del suo tempo, Petrarca fu cronista di sé. Petrarca viaggia molto per motivi legati alla sua vita e questo indica instabilità, invece Boccaccia viaggia per motivi esterni e non intreni. L’ uno e l’ altro sono un esempio di apparente diversità, ma allo stesso tempo potentemente originali.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email