Ominide 578 punti

La lirica siciliana

Nasce in Sicilia nella prima metà del 1200 alla corte di Federico II di Svevia, il quale raccoglie attorno a se poeti e rimatori che provengono da varie regioni d'Italia, fondando la scuola Siciliana. Questi poeti erano tutti legati da scelte tematiche e stilistiche simili e utilizzavano il volgare siciliano che era molto illustre ed elevato, perché era arricchito da latinismi e termini provenzali. La corte di Federico II diventa il centro culturale più sviluppato del 1200.
I testi poetici che vengono maggiormente composti sono: canzoni, canzonette, sonetti (la struttura del sonetto fu inventata da un poeta siciliano: Giacomo Lentini)
I poeti principali sono: Giacomo Lentini, Pier della Vigna, Iacopo Mostacci, Cielo d'Alcamo. Essi influenzeranno la lirica successiva, e anche Dante stesso li loderà per le loro abilità stilistiche e linguistiche. Essi invece furono influenzati a loro volta dalla lirica provenzale in lingua d'oc e costituirono la prima manifestazione di poesia cortese in italia.

Le tematiche principali sono: la concezione dell'amor cortese, la dedizione alla donna amata, la donna esaltata come essere perfetto e come mezzo di perfezionamento morale, amore come umile adorazione della donna amata.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email