Il dolce stil nuovo

Una nuova tendenza poetica

negli ultimi decenni del secolo Firenze sta diventando il centro guida della cultura italiana, ed è proprio qui che si forma il dolce stil novo. Con esso la lirica amorosa di ispirazione cortese tocca il culmine in Italia. I poeti esponenti più importanti sono Guido cavalcanti, Dante Alighieri, eccetera. Essi si staccano nettamente dagli orientamenti dei rimatori toscani e siciliani. Si tratta di poeti dalla forte e spiccata personalità perciò non possiamo individuare una vera propria scuola tuttavia ci sono delle tendenze comuni: il rifiuto degli astrusi artifici stilistici che creano uno stile più limpido e piano (dolce) e l'omaggio alla donna che diviene più spiritualizzato essa viene esaltata come angeli in terra e dispensatrice di salvezza.

La corte ideale e il binomio "amore" e "gentilezza"

altri due aspetti che caratterizzano questo stile sono il rigore sull'interiorità dell'amante e il fervore intellettualistico inoltre si coglie l'aspirazione a sostituire la corte reale con una corte tutta ideale, composta da una cerchia ristretta di spiriti eletti dotati di alta cultura. Lo stil novo si rivela l'espressione dello strato più elevato delle nuove classi dirigenti comunali fondato non più sulla nobiltà di sangue ma sull'altezza d'ingegno.
Uno dei temi centrali e appunto l'identificazione dell'amore e gentile: proprio il saper amare finamente è indizio di una superiore nobiltà d'animo e la gentilezza è un dato di natura legato alle qualità personali non alla discendenza. Questi temi si adattano perfettamente al contesto sociale dell'epoca.
L'origine dell'espressione "dolce stil novo"
La formula "dolce stil novo" è stata coniata da Dante nel cantico 24º del Purgatorio. Qui si può cogliere il forte distacco polemico nei confronti della precedente poesia cortese. La discriminante tra la poesia vecchia e quella nuova è indicata da Dante in 1+ stretta aderenza dei politica ciò che amore "ditta dentro".
I protagonisti dello stilnovismo
fondatore dello stile e il bolognese Guido Guinizzelli lo riprenderanno poi nella generazione successiva altri politi come Cino da Pistoia e, in età giovanile anche Dante Alighieri che successivamente si distacca da queste tendenze ciò è dimostrato dall'opera di vita nuova.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email