Confronto tra Cavalcanti e Pavese

Nel corso dei secoli l’amore non è sempre stato visto solo come fonte di felicità ma anche come una forza distruttiva che spesso è anche causa dell’annientamento del soggetto.
Questo lo vediamo in Guido Cavalcanti, uno tra i maggiori rappresentanti dello Stilnovismo,ma unico nel suo tema: l’amore visto come forza distruttiva che provoca la disgregazione dell’io.
Nel sonetto “Voi che per li occhi mi passaste ‘l core” il poeta fiorentino descrive gli effetti del sentimento : tutto inizia con uno sguardo da parte dell’amata che arriva a provocare smarrimento e angoscia e che porta a una separazione tra “cuore “, “mente” e “anima” sconvolgendo i sensi . La struttura circolare presente nella poesia, infatti,apre il sonetto con il cuore trafitto e lo chiude con il cuore morto. Questa personificazione sottolinea la contraddizione psicologica del poeta che ama la donna ma allo stesso tempo questo sentimento lo distrugge. Il campo semantico è appunto quello guerra : “ passaste” ,”angosciosa”,”tagliando”, “dolore”, “disfatto”, “gittò”, “tremando”.

Cavalcanti inserisce anche la reificazione, secondo cui l’astratto viene considerato concreto.
Questi elementi a distanza di secoli li ritroviamo in una poesia di un contemporaneo: Cesare Pavese,nato nelle Langhe Piemontesi nel 1908 e morto a Torino suicida nel 1950. “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” è la sua ultima poesia, dove ritroviamo gli effetti devastanti dell’amore che qui si presenta come un “vizio assurdo”, inoltre si ripete la tematica del dolore, della sofferenza, dell’equivalenza tra amore e morte con un nucleo di immagini e metafore ricorrenti. Nel lessico del campo semantico abbiamo “morte”, “insonne”, “sorda”, “silenzio”, “nulla”, “muti” .
Ciò che più accomuna i due autori è l’effetto dello sguardo dell’amata e il concetto che, pur sapendo quanto l’amore li devasta, non possono fare a meno di rinunciarvi.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità