Ominide 4169 punti

Angelo Poliziano


Vita e opere:
• Nato nel 1454 a Montepulciano
• Studiò a Firenze con prestigiosi maestri
• Fu amante del latino e del greco, e tradusse in latino l’Iliade di Omero
• Ebbe la protezione di Lorenzo de’ Medici
• Ricoprì l’incarico di precettore dal 1473 al 1478
• Abbandonò Firenze nel 1479 e si stabilì a Mantova dai Gonzaga
• Ritornò a Firenze dove Lorenzo de’ Medici gli affidò la cattedra di arte oratoria e poetica
• Morì nel 1494
• La maggior parte delle sue opere sono scritte in latino e sono di natura erudito-filologica
Rime:
• Raccolta di 100 componimenti scritti in volgare e di tipo lirico con un linguaggio elegante
• I temi sono:
- amore
- sentimento della natura
- bellezza femminile che passa col tempo
• Vuole affermare l’importanza del volgare fiorentino come lingua letteraria
Stanze per la giostra:
• Poemetto encomiastico suddiviso in 12 libri ma rimasto incompleto, scritto in onore di Giuliano de’ Medici (fratello di Lorenzo)
• Celebra la vittoria di Giuliano in una giostra
• Trama: Iulio, giovane dedito ad armi e caccia, è indifferente all’amore; perciò Cupido decide di farlo innamorare e manda durante la sua caccia una cerva bianca che corre spaventata, quindi Iulio la insegue ed arriva ad un prato fiorito dove non trova la cerva ma una ninfa, di cui si innamora.
Cupido fiero di sé, va dalla madre Venere, e lei, dea dell’amore, manda in sogno a Iulio la missione di compiere un’impresa difficile per provare il suo coraggio e far innamorare la ninfa, ma il romanzo qui si interrompe
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email