Genius 5605 punti

L'inizio della conversione alla modernità - Leopardi

Leopardi disse che l’età moderna era impoetica. L’uomo antico infatti viveva a contatto con il luminoso regno della natura ed era quindi dotato di fervida fantasia e di straordinaria capacità di immaginazione. Il contatto con la natura donava agli uomini del passato incredibili doti immaginative. Gli antichi erano de grandi artisti e degli eroi dal punto di vista civile. Nel primo Leopardi la natura è una grande forza positiva che genera straordinarie facoltà immaginative e virtù eroiche. Nel giovane Leopardi c’è una concezione vitalistica della natura. La società moderna non era in grado di eguagliare quella del passato perché la ragione e la filosofia avevano ucciso le illusioni e avevano mostrato l’arida verità. Leopardi disse che l’uomo moderno viveva nell’arido deserto della ragione. Le capacità immaginative ed eroiche dell’uomo moderno si sono infiacchite e per questo non c’è spazio per la poesia. Leopardi criticò l’affermazione della de Staël perché per migliorare la letteratura occorreva studiare i classici antichi e non tradurre i moderni scrittori europei per le ragioni appena spiegate. Prima ancora di rifiutare il Romanticismo, Leopardi aveva rifiutato tutta l’età moderna. Da questo punto di vista il pensiero del Leopardi non è mai mutato. Egli ritiene che l’incivilimento del mondo moderno abbia portato alla morte della poesia e all’allontanamento dalla natura. Una delle fonti fu certamente Rousseau, da cui vennero ripresi alcuni aspetti come la positività dello stato di natura e la negatività del mondo moderno. Leopardi dimostrò in questo periodo un interesse verso le favole, le quali erano espressione di un’immersione totale nell’energia della natura. Nel 1818 nello Zibaldone Leopardi scrisse che il gusto per la filosofia non era un episodio superficiale, ma un elemento costitutivo del mondo contemporaneo. La conclusione era che nessuno poteva dirsi immune da questa componente. Leopardi è irrimediabilmente moderno e dotato di quella forma mentis.

Hai bisogno di aiuto in Giacomo Leopardi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email