Video appunto: Ungaretti, Giuseppe - Vita (15)
Giuseppe Ungaretti è nato ad Alessandria d'Egitto nel 1888 e morto a Milano nel 1970. Il padre era un operaio dello scavo del Canale di Suez ed è morto quando Ungaretti aveva appena 2 anni. La madre, Maria Lunardini, gestiva un forno, grazie al quale ha potuto far studiare il figlio ed iscriverlo ad una delle più importanti scuole di Alessandria.
Durante gli anni della scuola Ungaretti ha iniziato a provare un amore per la poesia, si è avvicinato alla letteratura francese e a quella italiana grazie alle opere di autori come Mallarmé, Baudelaire, Rimbaud e Leopardi.

Nel 1912 si è trasferito a Parigi per studiare all'università. Ha potuto conoscere molte importanti personalità dell'ambiente artistico internazionale, come Apollinaire, De Chirico, Modigliani, Palazzeschi e Papini. Grazie a Papini, Soffici e Palazzeschi ha iniziato a collaborare con la rivista «Lacerba». Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, ha partecipato prima alla campagna interventista e poi si è arruolato come volontario. Nella primavera del 1918 il suo reggimento si è spostato in Francia per combattere. Alla fine della guerra Ungaretti è rimasto in Francia e da Parigi è stato prima corrispondente del giornale Il Popolo d'Italia. Si trasferì poi nei pressi di Roma e nel 1925 ha aderito al fascismo firmando il Manifesto degli intellettuali fascisti.