Ominide 257 punti

Soldati


Testo:
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

Componimento poetico che risale al luglio del 1918,contenuta nelle raccolte Allegria di naufragi e l'Allegria.in Soldati ritroviamo alcune caratteristiche fondamentali della poetica e della poesia ungarettiana. Innanzitutto, c’è il senso della tragedia esistenziale del primo conflitto mondiale:i versi sono scritti in trincea presso il bosco di Courton, vicino a Reims. A questo sentimento si associa l’estrema brevità del testo, che sembra quasi una fulminante scoperta della condizione assurda in cui versano i “soldati”.Il poema è caratterizzato da una frattura della struttura sintattica.Ungaretti fa parte della corrente ermetica ma al contempo vuole lasciare un messaggio sulla precarietà della condizione dell'uomo che vuole divenire un messaggio universale.E' un'immagine metaforica in quanto viene rappresentata la precarietà delle foglie ingiallite durante la stagione autunnale,ma basta un alito di vento e e foglie cadono.Con la precarietà di queste foglie, anche l'uomo,il soldato che combatte al fronte basta poco affinché finisca.La precarietà accomuna gli alleati ed i nemici. Questa precarietà comune fa si' che tra il soldato e il suo nemico nasca una sorta di comunanza che Ungaretti definisce "Fratellanza".

La condizione comune tra il soldato e il nemico fa si' che tra i due possa scattare il senso di fratellanza come un senso di appartenenza al genere umano.

Hai bisogno di aiuto in Giuseppe Ungaretti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Ungaretti, Giuseppe - Soldati (4)