Giuseppe Ungaretti, biografia

Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d'Egitto nel 1888 e vi visse fino ai ventiquattro anni; lì frequentò la "Baracca Rossa" conoscendo letterati di tutto il mondo che ne arricchirono la formazione.
L'autore dopo aver lasciato l'Egitto nel 1912 si trasferì a Parigi per ultimare gli studi; cominciò anche a frequentare gli ambienti dell'avanguardia dove conobbe diverse figure centrali nel panorama artistico Europeo, riuscendo a pubblicare sulla rivista "Lacerba" le sue prime poesie all'età di ventisette anni.
Ungaretti fervente interventista, allo scoppio della Prima guerra mondiale si arruolò come volontario; l'esperienza lo segnò molto e lo portò a pubblicare una raccolta, "Il porto sepolto".
Al termine della guerra dopo essersi sposato, trovò lavoro a Roma come interprete.

Nel 1919 pubblicò un volume che nell'edizione finale prese il nome di "L'allegria". A Roma entra nell’ambiente culturale Romano, avvicinandosi alla redazione della rivista “La Ronda”, in questo periodo pubblica il volume Sentimento del tempo.
Ungaretti si trasferì in seguito a San Paolo in Brasile per necessità di carattere economico, lì accettò la cattedra di Letteratura Italiana. In questo periodo l’autore subì due gravi lutti, quello del fratello e del figlio più piccolo; il dolore lo portò a scrivere la raccolta “Il Dolore” nella quale, oltre al dolore per i lutti, compare il dolore per gli ultimi anni della seconda guerra mondiale.
Negli anni cinquanta scrisse delle altre raccolte che permisero la sua consacrazione, due tra tutte “La terra promessa” e “Un grido e paesaggi”.
Morì a Milano il 1° Giugno 1970.

Hai bisogno di aiuto in Giuseppe Ungaretti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità