Ominide 393 punti

L'attività letteraria di Verga può essere suddivisa in tre fasi.
- La prima fase comprende le opere del periodo preverista ed è ispirata a temi storico-patriottici, e alle poetiche del romanticismo e della scapigliatura.
- La seconda fase coincide con l'adesione al verismo e comprende le sue opere principali.
- La terza fase include le ultime raccolte di novelle e alcuni lavori teatrali.

Prima fase: La fase preverista

Romanzi di argomento storico-patriottico

I carbonari della montagna
Tratta dei moti carbonari in Calabria durante il periodo napoleonico

Sulle lagune
Storia d'amore tra un ufficiale austriaco e una giovane veneziana durante il periodo del Risorgimento

Romanzi di argomento sentimentale e di critica sociale

Una peccatrice

Il protagonista è un giovane commediografo catanese che grazie al successo ottiene l'amore di una donna che però dopo la fine della relazione si suicida.

Storia Di Una Capinera
è la storia di Maria, una giovane costretta a farsi monaca e che a causa di un'epidemia di colera lascia temporaneamente il convento per trasferirsi con la famiglia in campagna dove si innamora di Nino, promesso sposo della sorellastra.
La matrigna scopre il suo sentimento e la obbliga a tornare in convento. Maria morirà lentamente segregata in una cella.


Eva
Racconta l'amore infelice tra un giovane pittore siciliano, ed Eva, una ballerina. Il tema dominante è quello dell'artista vittima sia dell'amore che della società borghese corrotta interessata solo ai piaceri, rappresentata dalla ballerina

Tigre Reale
Narra la storia d'amore tra il giovane siciliano Giorgio e la contessa russa Nata. I due avevano una relazione distruttiva per questo Giorgio ritorna in Sicilia, ma quando viene a sapere che Nata è in fin di vita, abbandona la moglie e il figlio per andare da lei.
Quando poi Nata muore, Giorgio ritrova pace nel matrimonio.

Eros
Ha come protagonista il giovane marchese Alberti che era cinico e senza valori. Quando però si rende conto che se fosse rimasto fedele alla moglie si sarebbe salvato da un progressivo inaridimento morale, tenta di riavvicinarsi a lei, ma la donna muore per il dolore procuratole dal marito; questi finisce per suicidarsi.

Produzione ispirata al naturalismo

Nedda
E' la storia di una giovane costretta a lavorare come raccoglitrice di olive. Conoscerà un ragazzo di nome Janu del quale si innamora e resta incinta, ma prima delle nozze Janu muore. Quindi Nedda deve fare i conti con i suoi compaesani che le impediscono di lavorare a causa del suo “peccato”. La bambina muore e Nedda rimane sola col suo dolore.

Racconti scapigliati e romantici

Primavera e altri racconti
Raccolta formata da testi scritti durante il soggiorno Milanese.

Seconda fase: La fase verista

Si apre con il racconto “Rosso Malpelo” (che mostra la condizione di sfruttamento dei ragazzi siciliani che lavoravano nelle cave di sabbia) successivamente incluso nella raccolta “Vita dei campi”.

Romanzi veristi

I Malavoglia
( primo romanzo del ciclo dei vinti)
Narra la storia di una famiglia siciliana di pescatori.

Mastro-don Gesualdo
(Secondo romanzo del ciclo dei vinti)
Narra l'ascesa economica e sociale del muratore Gesualdo Motta e la sua successiva decadenza.

Romanzo di argomento sentimentale

Il marito di Elena
Romanzo ispirato a Madame Bovary in cui Verga narra la vita di una donna borghese (simbolo di vanità e corruzione)

Raccolte di novelle

Vita dei campi
Raccolta di novelle in cui spiccano soprattutto figure legate alla vita contadina della Sicilia.

Novelle rusticane

Raccolta di novelle in cui è rappresentato il mondo contadino della Sicilia ( già centrale in vita dei campi)

Per le vie
Raccolta di novelle ambientate a Milano che hanno come protagonisti uomini corrotti che perderanno qualsiasi valore etico e morale lasciando spazio ad una visione della vita pessimistica, alla logica del profitto e alla “religione della roba”.

Vagabondaggio
Raccolta di novelle nate da abbozzi e spunti elaborati durante la stesura di Mastro don Gesualdo. Tra i temi spicca quello della lotta per la vita.

Produzione teatrale

Cavalleria rusticana
Adattamento teatrale di Vita dei campi

Il ciclo dei vinti

- I Malavoglia
Vinti nella lotta per i bisogni materiali.
è esaltata la “religione della famiglia”
- Mastro-don Gesualdo
Vinto dal desiderio di elevazione sociale.
Romanzo incentrato sul “mito della roba”
- La duchessa di Leyra
Vinta dalla sua ambizione aristocratica
- L’onorevole scipioni
Vinto dalla sua brama di prestigio politico
- L’uomo di lusso
Vinto nel desiderio di raggiungere tutte le ambizioni e le vanità proprie dei protagonisti degli altri romanzi


Verga (sul modello della “commedia umana” di Balzac e “Rougon-Macquart” di Zola) voleva realizzare un ciclo di 5 romanzi in cui fossero rappresentati i vari modi in cui si realizzava la lotta per la vita in tutte le classi sociali.

Voleva rappresentare, secondo una concezione pessimistica della vita, i moventi che guidano le azioni umane, i successi, le difficoltà e la sconfitta finale di alcuni protagonisti dei principali ceti sociali.
Verga tuttavia, scrisse solo i primi due romanzi del ciclo. Gli altri tre, che è sul modello di Zola avrebbero dovuto avere un legame genealogico ( La duchessa di Leyra è la figlia di Mastro don Gesualdo; l'onorevole Scipioni è il figlio della duchessa di Leyra) non furono mai realizzati.

Terza fase: L’ultimo Verga

Ultimi racconti di novelle

I ricordi del capitano d’Arce
Storie di amori galanti e tradimenti

Don Candeloro e C.i.
Raccolta di novelle incentrate sul mondo degli attori che sono costretti ad essere solo “tristi commedianti” e non possono mai esprimere autenticamente se stessi

Produzione teatrale

La Lupa
Adattamento teatrale da Vita dei campi

Dal tuo al mio
Dramma sulla lotta dei lavoratori delle solfatare (miniere di zolfo) siciliane

Hai bisogno di aiuto in Giovanni Verga?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email