S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Gabriele D'Annunzio: Opere

Le opere di D'Annunzio sono molto varie, tanto che le prime poesie risalgono ancora quando frequentava il liceo, ovvero ''Primo vere'', però criticato dai suoi professori per l'eccessiva libertà dei temi e del linguaggio e per la forte sensualità. Questo componimento riprende la metrica carducciana, con toni giovanili e ironici. ''Canto novo'', troviamo temi come la natura, in cui il poeta si impersonifica, ed è simbolo di energia vitale, sensualità ed erotismo, troviamo anche toni intimi e malinconici. ''Intermezzo di rime'', è un'opera tipicamente decadente in cui troviamo temi come la distruzione, corruzione e scende di erotismo. ''Elegie romane'', anch'esse si basano sul modello carducciano e racconta la storia sentimale con Barbara Leoni.
D'Annunzio si dedicò anche alle novelle, ispirandosi alle novelle veriste verghiane come Terre vergane, San Pantaleone, Novelle di Pescara e altri.
D'Annunzio fu influenzato da molte teorie, in particolare quella del ''superuomo'', ideata dal filoso tedesco Nietzsche, che intendeva un uomo svincolato, cultore del bello e sostenitore di una politica aggressiva e imperialista, nella quale il poeta si espresse con la progettazione di tre cicli di romanzi (rosa, giglio e melograno), di opere teatrali e di un'opera in versi (le Laudi).
Hai bisogno di aiuto in Gabriele D'Annunzio?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email