Eugenio Montale (1896-1981)

Vita:
genovese
12 ottobre 1896 – Milano 1981
Famiglia di media borghesia
Formazione tecnica + salute malferma → deve interrompere gli studi – ma si diploma in ragioneria nel 1915
Affascinato da lettere e musica > formazione però non accademica ma autonoma – distaccata dagli schemi

• 1917 arruolato mentre era a Parma a fare una scuola di fanteria→ ma poi nel 18 riesce a tornare a Genova e qui si mette in rapporto con intellettuali e poeti

• Negli anni 20 si impone il fascismo → lui è anti-fascista
firma il manifesto degli intellettuali antifascisti (scritto da Benedetto Croce)
• 1925:> esce la sua prima raccolta = Ossi di Seppia

> Esce poi un saggio: Stile e Tradizione
- vede la letteratura come Eliot
ne condivide il pensiero

• Deve spostarsi a Firenze dove ha trovato lavoro in una casa editoriale
- lavora moltissimo quindi ha poco tempo x scrivere
- fa degli incontri interessanti
infatti stringe rapporti con intellettuali importanti e riceve stimoli x leggere altre cose come Eliot – Joyce – Ezra Pound – Kafka – Proust
In particolare approfondisce lo studio di Eliot
- conosce Drusilla Tanzi che poi diventa sua moglie

• 1929: viene nominato direttore del gabinetto Vieusseux (istituzione letteraria) nonostante sia contro il regime e così risolve i suoi problemi economici. Diventa subito un riferimento culturale → si raccolgono diversi scrittori intorno a lui

• Poi conosce Irma Brandeis, studiosa americana di origine ebraica che era venuta a Firenze x approfondire studi danteschi. Lui se ne innamora. Lei diventa la sua nuova Beatrice con nomi mitologici nelle sue poesie

• 1939: seconda raccolta Le Occasioni

• Comincia la WWII → perde il lavoro quindi inizia a lavorare un po’ a caso – si dedica alle traduzioni anche americani) e scopre che gli piace

• Durante la guerra scrive altre poesie → contenuto indirettamente polemico verso i regimi, infatti nel 43 viene pubblicata a Lugano una terza raccolta Finis terrae.
Alla fine della guerra muoiono la madre e la sorella + distrutta la casa di Genova. Anche Irma deve fuggire xk ebrea
Lui rimane in patria con Drusilla
- entra nel CLN
- si dedica un po’ alla politica dopo la guerra

• Si trasferisce a Milano nel 48, diventa giornalista sul Corriere della Sera
Conosce una poetessa che chiamerà “la volpe” nelle sue poesie

• 1956: terza vera raccolta La Bufera e Altro

• Nel 62 sposa Drusilla
• Nominato senatore a vita per meriti letterari
• 1975 vince il Nobel x la letteratura
• Muore a Milano

Hai bisogno di aiuto in Eugenio Montale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email