Ominide 320 punti

Lo straniamento e l'abbassamento nell'Orlando Furioso

Lo straniamento e l'abbassamento nell'Orlando Furioso sono gli strumenti utilizzati dall'autore che induco all'ironia, caratteristica fondamentale dell'Ariosto, che cerca di spianarci la strada per la riflessione individuale oggettiva e verso un atteggiamento critico senza influenze esterne.

1) Con lo straniamento, L'Ariosto ci fa distaccare dalla storia e ce la fa guardare da lontano in modo che non ci sia immedesimazione o preferenza, ma la si giudichi con occhio oggettivo. Per attuare questa tattica, l'autore spesso interviene con giudizi pungenti e critiche rivolte ai personaggi oppure a volte non dice tutto quello che sa, facendo finta di non saperlo o supponendo ipotesi per sollecitare il nostro punto di vista.

2)L'abbassamento, lo dice la parola stessa, implica il "rimpicciolirsi" dei personaggi nel modo in cui vengono delineati. Ariosto mette da parte le loro reputazioni o ruoli che ricoprono nella società di quell'epoca, rendendoli ai nostri occhi: umani, ossia molto più simili a noi, poiché ovviamente provavano anche loro le nostre stesse emozioni. Con questo Ariosto riesce a creare spunti di riflessione. Può avvenire in due modi: basta un piccolo particolare nella scena aggiunto o tolto oppure può sottolinearlo con un paragone.

Hai bisogno di aiuto in Orlando Furioso?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email