Tecniche di alterazione della narrazione

Esse sono le tecniche che il narratore usa per interrompere l'ordine temporale degli avvenimenti. Esse sono:

1 Analessi: è chiamata anche flashback e consiste nel narrare eventi avvenuti prima rispetto alla storia che si sta narrando. Alcuni testi possono essere completamente in analessi quindi il narratore può fare in modo, per esempio, che un personaggio, ormai vecchio, racconti la sua infanzia e giovinezza. Più frequentemente invece i flashback sono spezzoni del passato inseriti all'interno di una storia narrata al presente. Questa è una tecnica molto antica che ritroviamo anche dell'Odissea e nei Promessi Sposi.

2 Prolessi: vuol dire narrare di fatti posteriori alla narrazione presente. Essa può essere identificata con il termine flashforward che vuol dire lampo in avanti. Un esempio è presente in Cent'anni di solitudine in cui viene anticipata la morte di un personaggio ancora bambino.

La prolessi e l'analessi consentono di ottenere numerosi effetti narrativi tra cui ricordiamo:

-Medias res: la narrazione inizia nel bel mezzo dei fatti. Spesso i narratori racconteranno nel corso del loro lavoro i fatti avvenuti precedentemente.
-Sorpresa e suspense: queste tecniche consentono di aumentare la curiosità e l'aspettativa del lettore inoltre permettono un maggiore coinvolgimento cognitivo ed emotivo nella vicenda raccontata.

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email