Cronih di Cronih
Genius 23969 punti

Sinestesia

figura retorica della sinestesia

Il termine sinestesia deriva dal greco e significa "percezione contemporanea", infatti in questa figura vengono assocciate nella stessa espressione che rimandano a due diverse sfere sensoriali, come nell'espressione parole calde in cui il termine due parole ne parole si percepisce con l'udito mentre calde rimanda a sensazioni tattili. La sinestesia si può considerare una specie di metafora poichè si attribuisce a un oggetto,percepibile con un senso,na qualita percepibile con un l'altro senso e quindi pertinente soltanto in modo metaforico a quell'oggetto.

Esempi sinestesia

Venivano soffi di lampi

E del prenalbo l'odirino amaro senti nel cuore

Io venni in loco d'ogne luce muto

Verdi persiane squillano

All'urlo nero della madre

Esaminando le sinestesie contenute nei versi precedenti: esse sono formate dall'accostamento dei termini "odorino" percepibile con l'olfatto, "amaro" percepibile con il gusto, "soffi" e "lampi", tatto e vista, "urlo nero" come udito e vista.

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email