Ominide 361 punti

Malnutrizioni

Le malnutrizioni sono stati patologici determinati da apporti di energia e/o di nutrienti inadeguati rispetto al reale fabbisogno dell'organismo. Possono essere classificate in:

  • malnutrizioni per eccesso, determinate da eccessivo apporto energetico, di proteine e di grassi di origine animale, zucchero. Sono alla base delle "malattie del benessere", quali obesità, malattie cardiovascolari, diabete, alcune forme di cancro
  • ;
  • Malnutrizioni per difetto. A seconda delle possibili carenze specifiche si possono distinguere la malnutrizione proteica, calorica, lipidica, vitaminica o salina. Le patologie da carenze nutrizionali sono comuni nei Paesi in via di sviluppo e provocano ogni anno nel mondo la morte di oltre 10 milioni di bambini sotto i cinque anni. Nei Paesi industrializzati i tipi di malnutrizioni carenziali sono spesso lievi o marginali. Alcune situazioni che possono comportare squilibrio e/o impoverimento specialmente di micronutrienti sono le diete dimagranti severe e prolungate nel tempo, le diete vegetariane strette, le diete monotone, lo stato di isolamento o di abbandono in cui versano alcuni anziani, le terapie croniche con particolari farmaci, certe patologie croniche.
  • La malnutrizione proteico-calorica

    La malnutrizione proteico-calorica è una grave alterazione dello stato nutrizionale dovuta al ridotto apporto di macronutrienti e, conseguentemente, anche alla carenza di molti micronutrienti. Questo tipo di malnutrizione è drammaticamente comune in neonati e bambini di molti Paesi in via di sviluppo, ma le situazioni più gravi si riscontrano in alcune regioni dell'Africa e dell'Asia meridionale. Si possono distinguere due forme di malnutrizione proteico-calorica:

  • il kwashiorkor, dovuto a una carenza proteica, ma senza deficit energetico. Il kwashiorkor colpisce generalmente i bambini tra i 10 mesi e i 3 anni di età quando, terminato l'allattamento materno, inizia un'alimentazione squilibrata: sufficiente dal punto di vista calorico per l'apporto di amido, ma povera di proteine ad alto valore biologico. La malattia, caratterizzata da notevole ritenzione idrica, si manifesta con un volto tipicamente arrotondato e pieno e con un addome gonfio e sporgente. La pelle diventa anormalmente pallida e i capelli rossi. Il sistema immunitario risulta indebolito, poiché la carenza di amminoacidi essenziali impedisce la regolare sintesi di anticorpi. Sviluppo fisico e mentale risultano compromessi e i bambini che sopravvivono presentano danni irreparabili, tanto più gravi quanto più prematura è l'insorgenza della malattia;

  • Il marasma infantile, causato da un'alimentazione insufficiente sia dal punto di vista energetico che proteico. Si manifesta generalmente quando un neonato viene svezzato precocemente, sostituendo il latte materno con alimenti poveri di proteine e di nutrienti energetici. I bambini si presentano fortemente sottopeso, privi di grasso corporeo, senza vivacità e interesse per l'ambiente circostante. Le complicazioni sono numerose, molto frequenti sono le infezioni intestinali seguite da forte disidratazione alla quale spesso si accompagna la morte.

  • Le malnutrizioni per carenze di proteine e/o calorie nei Paesi industrializzati sono molto rare, tuttavia possono essere osservate in situazioni particolari quali:
  • persone affette da anoressia;

  • Pazienti ospedalizzati affetti da malattie croniche;

  • Complicanze di alcuni trattamenti farmacologici che alterino l'assorbimento dei nutrienti;

  • Condizioni socio-culturali di estrema povertà;

  • Dipendenza da alcol e droghe.
  • Hai bisogno di aiuto in Alimentazione?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email
    Consigliato per te
    Maturità 2018: date, orario e guida alle prove