Ominide 18319 punti

I requisiti di legge degli oli di semi


Per essere posti in commercio la legge prevede che gli oli di semi debbano avere i seguenti requisiti:
la loro acidità, misurata in acido oleico, non deve essere superiore allo 0,50%;
Devono essere rettificati e posti in vendita con la denominazione “olio di semi” seguita dall’indicazione della specie oleosa, se l’olio è prodotto da una sola specie, oppure con la denominazione “olio di semi vari” se è costituita dalla miscela di oli provenienti da diverse specie di semi oleosi;
Gli oli di semi destinati al consumo alimentare devono presentare buone caratteristiche organolettiche ed essere esenti da coloranti aggiunti;
Gli oli di semi vari non devono contenere più del 5% di acido erucico;
Devono essere posti in vendita in recipienti sigillati e il peso netto non deve essere superiore a 5Kg;
È vietato l’impiego del processo di esterificazione o di sintesi.

Olio di arachide

L’arachide (Arachis hypogaca) è una pianta erbacea annuale della famiglia delle leguminose; il frutto contiene da 1 a 3 semi ricoperti da una pellicola liscia bruno-violacea. L'arachide viene utilizzata soprattutto per estrarre l’olio e per produrre farine proteiche destinate all’alimentazione del bestiame.
L’olio di arachide ha un colore giallo chiaro e un lieve aroma dolciastro. La sua composizione acidità è variabile a seconda della provenienza geografica dei semi, della stagione e del metodo di coltivazione, ma in media è caratterizzata da un’elevata percentuale di acido oleico (40-65%), acido linoleico (15-20%), acido palmitico ( 6-15%). La presenza di acido arcaico e acido lignocerico ne rende possibile l’identificazione, utile per individuare eventuali frodi quali l’aggiunta di olio di arachide all’olio di oliva. Le sue caratteristiche di composizione, simile all’olio di oliva, lo rendono piuttosto stabile al calore, e perciò adatto anche alla cottura.
É usato commercialmente come olio monoseme per l’alimentazione diretta, oppure in miscela con altri oli per la preparazione di oli di semi vari e margarine. Il burro di arachide si ottiene per macinazione dei semi a cui vengono aggiunte piccole quantità di grassi idrogenati per migliorarne la stabilità.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email