Ominide 15554 punti

Il ciclo riproduttivo degli ovini

Il ciclo riproduttivo della pecora è sovrapponibile a quello della capra, da cui si differenzia per un ciclo estrale più breve e per il ritardo di un mese nella prima fecondazione. L’allevamento degli ovini si basa principalmente sulla produzione di latte e di carne (agnelli). L’allevamento degli ovini da latte è l’indirizzo produttivo più importante, e si articola in un ciclo con le seguenti linee di produzione:
    Pecore in produzione (lattazione);
    Agnelle da rimonta;
    Agnelli (per la produzione di carne);
    Arieti
L’allevamento degli ovini da carne si basa sulla produzione e l’ingrasso degli agnelli (ciclo chiuso), oppure può limitarsi alla produzione e vendita di agnelli da ristallo (ciclo aperto); noi non ci occuperemo di questo tipo di allevamento. Nel caso degli ovini da latte possono essere ritenute valide le indicazioni generali riportate in precedenza per gli allevamenti caprini da latte. Le uniche differerenze tra i due tipi di allevamento sono le seguenti.
Nell’allevamento ovino, in genere, i box collettivi sono privi della soprelevazione (palco) della zona di alimentazione, che pertanto non è nettamente distinta dalla zona di riposo, per cui l’intera superficie di stabulazione è ricoperta di lettiera permanente di paglia; raramente vengono utilizzate pavimentazioni fessurate.
Per il dimensionamento dei box collettivi (che possono contenere fino a 70-80 capi), a ciascuna pecora da latte viene riservato uno spazio minore rispetto a quello della capra (essendo la pecora meno attiva della capra) in ragione di 0,9-1.1 m di superficie di stabulazione, mentre per le agnelle da rimonta si considerano circa 0,7 m/capo, e per gli agnelli da 30 a 90 giorni 0,5-0,6 m/capo.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Ovini
Registrati via email