Sapiens Sapiens 13859 punti

La potatura: quando eseguirla e tecnica dell’esecuzione

La potatura secca e la potatura verde non si eseguono nello stesso periodo dell’anno.
La potatura secca va eseguita durante il riposo vegetativo delle piante, cioè da novembre a marzo, meglio verso la fine dell’inverno. Se la potatura viene eseguita troppo presto, cioè prima dell’arrivo del freddo invernale, c’è il rischio di far morire le gemme terminali che sono collocate vicino alle cicatrici causate dalla potatura. Se la ritardiamo troppo si corre un altro rischio: quello di indebolire la pianta perché in questo caso la linfa andrebbe dispersa. Di solito, la potatura non avviene nello stesso momento per tutti gli alberi da frutto perché essa deva essere eseguita nello stesso ordine in cui ha luogo il risveglio della vegetazione nelle diverse specie. L’ordine è il seguente: albicocco, pesco, susino, ciliegio, pero, vite, melo. Gli strumenti tradizionali utili per la potatura sono le forbici, il ronchetto, la scuretta e il segaccio; si possono utilizzare anche le cesoie a cricchetto o quelle a doppio taglio. Per piante molto alte esistono anche le cesoie telescopiche.
Il taglio con le forbici deve essere fatto un po’ obliquamente dalla parte opposta alla gemma che viene lasciata per il prolungamento del ramo. I tagli più grossi devono essere inclinati e ben lisci per favorire il deflusso dell’acqua. Se i tagli sono veramente grossi, essi devono essere ricoperti col mastice, per proteggerli. In genere è preferibile fare tagli piccoli, annuali, su rami di 1-3 anni; in questo caso il legno è giovane per cui esso cicatrizza molto facilmente.
La potatura verde inizia a marzo con la cimatura, iniziando dai rami più alti dove la linfa affluisce in maggiore quantità. La cimatura è il taglio della parte superiore di una pianta per limitarne lo sviluppo in altezza o per concentrarne i succhi nella parte della piante portatrice dei frutti
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email