Sapiens Sapiens 13859 punti

Potatura di produzione


Gli scopi della potatura sono diversi, ma quello più importante è ottenere l’ abbondanza della produzione e il miglioramento della quantità dei frutti. In questo caso le principali norme da tener presenti sono:
1) i rami molto vigorosi non sono molto adatti fruttificare per cui la potature deve tendere ad indebolirli
2) i rami posti in posizione eretta sono più vigorosi e finalizzati alla produzione legnosa; invece quelli posti in posizione orizzontale perché piegati sono finalizzati alla produzione dei frutti
3) la potatura corta costringe la pianta a dare produzione legnosa, mentre la potatura lunga predispone i rami a produrre frutti
4) eventuali curvature, torsioni, strozzature predispongono i rami a dare frutti abbondanti
5) la longevità e la robustezza della pianta possono essere garantite se esiste un giusto equilibrio fra parti legnose e parti fruttifere
6) il taglio, nella potatura, deve essere fatto, di norma sopra una gemma a legno
7) in alcune piante come la vite o il pesco i rami che hanno fruttificato una volta non fruttificano più; viceversa, il per ed il melo possono dare frutti sullo stesso ramo per più volte di seguito
8) in qualche pianta, come il pero o il melo, le gemme si possono trasformare, a seconda delle circostanze
Esistono alcune operazioni complementari della potatura quali la cimatura, la scacchiatura, la spollonatura, la sfemminellatura e la curvatura dei rami.
• La cimatura è un’operazione che ha il fine di favorire l’irrobustimento della pianta e talvolta anche il contenimento delle dimensioni.
• La scacchiatura è un’operazione di potatura verde che consiste nel sopprimere i getti di piante poco vigorose per favorire lo sviluppo dei getti portatori frutto.
• La spollonatura consiste nel sopprimere sulla vite i germogli usciti dal legno vecchio (chiamati anche polloni o succhioni) che di solito non porteranno frutti; a volte i polloni si possono lasciare per ringiovanire la pianta
• La sfemminellatura consiste nell’ eliminazione dei germogli che si formano all’ascella fogliare e serve a dare più vigore alla pianta e quindi ad avere una produzione migliore sia come qualità che quantità.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email