MiK194 di MiK194
Habilis 2838 punti

Letame e progettazione di una concimaia

L’economista Serpieri affermò che “il bestiame è un male necessario”, in considerazione del fatto che la presenza dei capi di bestiami produce il letame che è considerato il “principe dei concimi”.
Attualmente, il letame non viene commercializzato in quanto chi lo ottiene, lo utilizza come concime organico apportandolo sui propri terreni. Normalmente i residui letamici vengono depositati in apposita concimaia che ha la funzione di tenere la massa letamica per la successiva maturazione che avviene nel tempo di 4-6 mesi. Per tanto una concimaia sarà svuotata 2 volte all’anno.

Lo sversamento sui terreni viene effettuato con apposito macchinario chiamato spandiletame. Prontamente, il letame deve essere interrato (mescolato con il terreno) per evitare fenomeni ossidativi.

Secondo uno studio di Wolff, in un quintale di letame sono contenuti:
- 500 grammi da azoto;
- 260 grammi di fosforo;
- 630 grammi di potassio.

Progettazione di una concimaia
Si supponi che la produzione annua totale di letame è di 20.000 q.li.
Si consideri lo svuotamento di due volte all’anno: pertanto, il dato di partenza sarà dimezzato = 10.000 q.li.
Si trasformi i quintali di letame in metri cubi, tenendo presente che ad 1 mc di letame corrispondono circa 6 q.li; quindi 10.000 q.li = 1.667 mc.

Si fissi una larghezza a piacere della concimaia in funzione dello spazio a disposizione: si supponi una larghezza di 10 mt; poiché il volume è noto, dividiamo tale dato per la larghezza: si otterrà in questo modo la lunghezza per l’altezza della concimaia: 167 mq.

Considerando che l’altezza delle concimaie non supera i 4 mt, le dimensioni della concimaia considerata sono:
- Larghezza: 10 mt
- Altezza: 4 mt
- Lunghezza: 42 mt
In questo modo, si potrà progettare una concimaia conoscendo solo la quantità annua totale di letame.

Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove